ECONOMIA

Juncker: "L'Italia non rispetta la parola data". Salvini contrattacca

Continuano i botta e risposta polemici
salvini e juncker (foto dal twitter del vice premier)
Salvini e Juncker (foto dal Twitter del vice premier)

"L'Italia non rispetta la parola data".

Questo l'ultimo attacco che arriva da Jean-Claude Juncker al governo Conte e alla sua nota di aggiornamento al Def.

Negli ultimi giorni sono continuati i botta e risposta polemici tra l'esecutivo italiana e Bruxelles, dopo la bocciatura della manovra da parte del presidente della Commissione Ue e del commissario alla Stabilità monetaria Valdis Dombrovskis, che hanno affidato le loro preoccupazioni sulla legge di bilancio a una lettera inviata a Roma.

Attacchi a cui i vicepremier Matteo Salvini e Luigi Di Maio hanno risposto con un secco "andiamo avanti".

Oggi Juncker è tornato a criticare l'Italia in un'intervista a "Le Monde", formulando un nuovo appello al governo italiane perché tornino a mettere mano alla manovra.

L'esecutivo "è libero nelle sue scelte" sia per quanto riguarda le misure previste dalla manovra per combattere la povertà sia per quanto riguarda "il reddito di cittadinanza o la fiscalità delle imprese. Deve tuttavia rispettare le regole per non mettere a rischio la solidarietà europea", ha dichiarato Juncker.

"Il nostro mandato non è rovesciare un Governo o creare problemi con dei comportamenti inappropriati o delle dichiarazioni eccessivi", ha poi aggiunto il commissario.

LA REPLICA DI SALVINI - E in serata è arrivata su Twitter la replica del vice premier Matteo Salvini: "Junker sostiene che l'Italia non rispetta la parola data? Un bel tacer non fu mai scritto. Pensi al suo paradiso fiscale in Lussemburgo e la smetta di insultare gli italiani e il loro legittimo governo".

LE CRITICHE DELL'FMI - Nuove critiche al documento economico sono arrivate anche dal Fondo monetario internazionale, secondo cui la manovra in discussione "va in direzione opposta rispetto ai suggerimenti del Fmi".

Lo ha detto Poul Thomsen, a capo del Dipartimento europeo del fondo mell'ambito dei meeting di Fmi/Banca mondiale in corso a Bali.

"Non è il momento di allentare le politiche" di bilancio, ha aggiunto Thomsen, per il quale un gruppo di Paesi, tra cui l'Italia, ha "margini limitati".

(Unioneonline/F-M)

© Riproduzione riservata


UOL Unione OnLine

COMMENTI

Sottoscrivi l'unione sarda
abbonati a L'Unione Sarda'
PIÙ LETTI
Loading...
Caricamento in corso...