ECONOMIA

Porticciolo di Torregrande: via alla privatizzazione, società all'asta per 300mila euro

il porticciolo di torregrande
Il Porticciolo di Torregrande

Il porticciolo turistico di Torregrande sarà privatizzato.

Il Comune di Oristano, la Sgirsi e il Circolo nautico, i tre soci che costituiscono la società di gestione Marine oristanesi, hanno messo in vendita la totalità delle quote azionarie.

Il bando è stato pubblicato oggi e prevede che le offerte debbano essere presentate entro l’8 ottobre per essere aperte dalla commissione di aggiudicazione il 9 ottobre.

L’importo a base d’asta è di 300mila euro. L'aggiudicazione avverrà in favore di chi proporrà l’offerta più alta rispetto a quello a base d'asta.

La società Marine Oristanesi è una srl partecipata dal Comune di Oristano per l’86% del capitale sociale, dalla Sfirs per il 7% e dal Circolo Nautico Oristano per il restante 7%.

È stata costituta il 29 giugno 1990 per la promozione del porticciolo, dal 1999 detiene anche la concessione demaniale marittima per la gestione del porticciolo Sa Mardini.

Il sindaco Andrea Lutzu e il consigliere comunale delegato alle Marine oristanesi Luca Faedda hanno sottolineato che "con questa operazione si vuole favorire il rilancio di una infrastruttura strategica per il turismo e l'economia del territorio. Non è una privatizzazione per fare cassa, ma un investimento per rilanciare il porticciolo, infrastruttura sulla quale il Comune continuerà impegnarsi considerata la sua funzione strategica".

© Riproduzione riservata


UOL Unione OnLine

COMMENTI

Sottoscrivi l'unione sarda
abbonati a L'Unione Sarda'
PIÙ LETTI
Loading...
Caricamento in corso...