CRONACA - MONDO

terrorismo

Spari in due moschee FOTO
Strage in Nuova Zelanda VIDEO

Un commando armato ha aperto il fuoco in due edifici, 49 le vittime

La strage è andata in scena in Nuova Zelanda quando in Italia erano le tre di questa notte.

Un gruppo armato ha aperto il fuoco in due moschee di Christchurch uccidendo numerose persone, almeno 49.

Il primo attentato è avvenuto nella moschea di Al Noor. All'interno c'erano 300 fedeli: un commando composto da quattro individui, sembra una donna e tre uomini, ha iniziato a sparare. Poco dopo è avvenuto il secondo assalto.

La disperazione dei parenti delle vittime (foto Twitter)
La disperazione dei parenti delle vittime (foto Twitter)

Ma non solo: sulle auto parcheggiate nei dintorni sono stati ritrovati alcuni ordigni esplosivi, come ha spiegato Mike Bush, il commissario di polizia.

Su Twitter è comparso per qualche ora un video con le immagini della strage, ma la piattaforma lo ha poi rimosso per il contenuto violento.

IL RIFERIMENTO A TRAINI - Sui caricatori delle armi, inolre, un inquietante legame con l'Italia: era stato inciso il nome di Luca Traini. Si tratta del 28enne di Tolentino che nel febbraio dell'anno scorso ha sparato contro gli immigrati a Macerata e che per questo è stato condannato a 12 anni.

Altri nomi ritrovati sono quelli di Alexandre Bissonette, che nel 2017 ha ucciso sei persone in una moschea di Quebec City, e di Sebastiano Venier, il doge veneziano che nel 1571 ha sconfitto i turchi nella battaglia di Lepanto.

Intanto le autorità hanno fermato quattro persone. Una di queste sarebbe un 28enne, Brenton Tarrant, che ha stilato un manifesto anti-immigrati e ha rilasciato alcune dichiarazioni: "Ho colpito in Nuova Zelanda per dimostrare che anche i luoghi più remoti del pianeta non sono esenti da immigrazioni di massa", ha detto, aggiungendo di non aver agito per conto di alcuna organizzazione ma di essersi addestrato appositamente per compiere questa strage.

"È uno dei giorni più bui per il nostro Paese" è il commento di Jacinda Ardern, il primo ministro:

IL TERRORE - Nel compiere la strage, Brenton Tarrant ha effettuato anche una diretta sui social della durata di 17 minuti pubblicando un manifesto in segno di rivendicazione. Nelle parole ci sono riferimenti anti-Islam e anti-immigrati. La polizia invita tutti a non condividere quelle immagini.

(Unioneonline/s.s.)

LE IMMAGINI:

la polizia in azione a christchurch nuova zelanda (ansa)
La polizia in azione a Christchurch, Nuova Zelanda (Ansa)
numerose le vittime e tanti i feriti
Numerose le vittime e tanti i feriti
ambulanze e polizia sul posto
Ambulanze e polizia sul posto
tre persone fuori da una delle moschee colpite
Tre persone fuori da una delle moschee colpite
i soccorsi
I soccorsi
un agente delle forze speciali
Un agente delle forze speciali
di

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...