CRONACA - ITALIA

migranti

Santoro contro Salvini: "Arrestate lui". Il ministro : "Roba da matti"

E sempre sul caso della nave Mare Jonio botta e risposta, con tanto di annuncio di querela, anche con Roberto Saviano
michele santoro (ansa)
Michele Santoro (Ansa)

"Se c'è uno che va arrestato è lui". Non usa mezzi termini Michele Santoro, che sul suo sito e sulla sua pagina Facebook sferra un durissimo attacco a Salvini sulla vicenda della nave Mare Jonio della Ong Mediterranea, che ieri ha attraccato a Lampedusa facendo sbarcare i 49 migranti che aveva salvato, prima di essere sequestrata dalla Guardia di Finanza.

"Di fronte al mondo civile - scrive l'ex conduttore televisivo - mi vorgogno di essere italiano, di aver un ministro dell'Interno che si chiama Matteo Salvini. Uno che ha trasformato il Viminale il un'agenzia di pubblicità al servizio di un partito, uno che dovrebbe garantire il rispetto della legge e invece non fa altro che violarla".

E ancora: "Non è il ministro della sicurezza, è il ministro della guerra civile: trattiene impunemente gente inerme in ostaggio, si sostituisce ai magistrati nell'indicare reati, celebra processi sommari e pronuncia a mezzo stampa sentenze che prevedono il carcere per chi non condivide la sua disumanità".

"Un disprezzo per le minoranze - continua Santoro - che si fa più grande e minaccioso ogni giorno. Salvini è un pericolo per la democrazia. Dialoga con i fascisti, si presenta ai convegni di chi insorge contro i diritti civili e la libertà della donna, viola i principi della Costituzione".

Poi la chiosa finale, riferendosi proprio al ministro che aveva chiesto l'arresto dell'equipaggio della Mare Jonio. "Se c'è uno che va processato è lui, se c'è uno che ha invaso la nostra vita è lui. Se c'è uno che va arrestato è lui".

Pronta la replica di Salvini: "Roba da matti. Mi riempie di insulti auspicando il mio arresto. Ma tutti questi ricchi giornalisti e “intellettuali” radical-chic hanno in testa solo i diritti dei clandestini e la tutela dei barconi? Pensare ogni tanto ai problemi degli italiani gli fa schifo?".

Il ministro è stato anche protagonista dell'ennesima polemica, con tanto di annuncio di querela, con Roberto Saviano.

Il post di Salvini

"Alla vigilia del voto in Senato sul caso Diciotti, che salverà il ministro della malavita dal rischio concreto di finire in carcere, assistiamo all'ennesimo atto da buffone sulla pelle dei migranti", ha scritto Saviano.

"Noi lavoriamo per gli Italiani, lui insulta dandomi del ministro della Mala Vita e del buffone. Che dite, oltre al bacione gli regaliamo anche una bella querela?", è la replica del leader leghista.

(Unioneonline/L)

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...