CRONACA - ITALIA

Savona

Sei mesi con la madre mummificata in casa: "Mi serviva la sua pensione"

La donna era morta più di sei mesi prima. Il figlio ha confessato
una panoramica di savona (foto da wikipedia)
Una panoramica di Savona (foto da Wikipedia)

"Mi serviva la sua pensione", così si è giustificato un 60enne quando i carabinieri hanno scoperto, all'interno della sua abitazione, il corpo dell'anziana madre - deceduta sei mesi primi - e oramai mummificato.

La storia dell'orrore è avvenuta ad Albisola Superiore, in provincia di Savona.

I controlli sono partiti dopo la segnalazione del medico della donna, Alba Peirano di 95 anni, che non vedeva da tempo la paziente: dopo i continui rifiuti da parte del figlio alle richieste di far visitare la donna il medico ha avvertito le forze dell'ordine.

Il cadavere della donna è stato trovato nel salotto dell'abitazione, mummificato e seduto sul divano di fronte alla televisione, con ancora addosso i vestiti e le pantofole come nel giorno in cui è morta.

Nella casa di via Siri vivevano l'anziana, il figlio sessantenne Franco Sirello e il nipote disabile, entrambi seguiti dai servizi sociali.

Sirello ha ammesso di aver tenuto in casa il corpo e di non averne dichiarato la morte per continuare a riscuotere la pensione di cui aveva necessità, indicando la data del decesso della donna nello scorso 14 agosto.

L'autopsia sul corpo ha stabilito che l'anziana è morta di morte naturale.

(Unioneonline/s.a.)

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...