CRONACA SARDEGNA - SULCIS IGLESIENTE

LA polemica

Domusnovas, il sindaco Ventura querela l'ex assessore passato in minoranza

Nessuna scintilla malgrado alcune provocazioni durante la seduta del Consiglio
la prima seduta di consiglio in cui ilaria pisu figura tra i banchi della minoranza (foto simone farris)
La prima seduta di Consiglio in cui Ilaria Pisu figura tra i banchi della minoranza (foto Simone Farris)

Rispetto ai fuochi pirotecnici promessi alla vigilia arriva giusto qualche scintilla e solo al termine della seduta del Consiglio Comunale di Domusnovas che vedeva per la prima volta l'ex assessore ad Ambiente e Protezione Civile Ilaria Pisu sedere tra i banchi dell'opposizione: "Non posso far passare certe insinuazioni, ho depositato querela per diffamazione nei confronti di Ilaria Pisu", ha annunciato il sindaco Massimo Ventura.

Il riferimento è alla polemica lettera di dimissioni firmata da Pisu all'indomani delle elezioni regionali che vedevano l'ex esponente socialista candidata nelle fila del Pd.

Rimasta imperturbabile durante tutta la seduta nonostante alcune provocazioni da parte del primo cittadino Ilaria Pisu non ha replicato nemmeno all'annuncio della querela ai propri danni. Solo dopo la seduta, al telefono, accetta di commentare brevemente: "La querela? Ognuno si assumerà le proprie responsabilità nelle sedi opportune" dice garantendo una controquerela.

In apertura di seduta giusto un laconico comunicato del sindaco che ha ufficializzato il passaggio di Ilaria Pisu in minoranza e dichiarato di mantenere ad interim le sue ex deleghe.

Poi però durante i lavori Ventura ha provato più volte a stuzzicare l'ex assessore in fase di registrazione delle votazioni sbagliandone ripetutamente il nome (usando "Ottavia" il suo secondo nome ed anche "Ottaviana") e non riconoscendole i titoli di studio come invece fatto per i colleghi di minoranza.

In seguito Pisu ha parlato di "situazione comica" aggiungendo che "certi errori in fase di registrazione dei voti potrebbero invalidare l'intera seduta di Consiglio".

Insomma, una situazione tesa ma non deflagrata che potrebbe comunque esplodere a breve nella seduta in cui si discuterà del bilancio preventivo 2019.

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...