CRONACA SARDEGNA - SULCIS IGLESIENTE

sanità

La risonanza magnetica del Cto di Iglesias non è sicura: stop agli esami

Diverse le criticità rilevate, e non sono certo di poco conto
il cto di iglesias (foto l unione sarda simbula)
Il Cto di Iglesias (foto L'Unione Sarda-Simbula)

Non ci sono le condizioni di sicurezza e a Iglesias sono state sospese le risonanze magnetiche. Fino al ripristino delle normali condizioni.

A metterlo per iscritto sono stati Emanuela Tumminia e Oliviero Forresu - entrambi responsabili della sicurezza nei rispettivi ruoli: la prima è tecnico esperto, il secondo medico e dirigente della struttura complessa di Diagnostica per immagini - in una nota inviata ai vertici della Assl e alla direzione del presidio, nonché ai responsabili di Ufficio tecnico, Ingegneria clinica e Cup.

Forresu, in qualità di responsabile della Diagnostica per immagini, aveva già scritto diverse lettere per segnalare i problemi. Le criticità rilevate non sono di poco conto: si va dal ricambio d'aria insufficiente all'interno del macchinario in cui il paziente deve stare sdraiato e fermo (a volte per ben oltre l'ora), ai problemi nella porta che separa la gabbia di Faraday (quella dove è posizionata la risonanza) dall'area esterna.

Questa circostanza, anche a causa dell'elevato rumore, influisce sulla qualità delle immagini. Ma la direzione dell'Assl - attraverso l'ufficio stampa - minimizza: "La macchina ha avuto un fermo a causa di un guasto; sono già intervenuti per fare la diagnosi al problema, lunedì faranno sapere in direzione".

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...