CRONACA SARDEGNA - SASSARI E PROVINCIA

Alghero

Ragazza pestata dai genitori: "Volevano farmi abortire"

Il racconto-choc di una ragazza di 22 anni al secondo mese di gravidanza, arrivata in ospedale con lividi, contusioni e ferite
il reparto di ostetricia dell ospedale di alghero (l unione sarda calvi)
Il reparto di Ostetricia dell'ospedale di Alghero (L'Unione Sarda - Calvi)

Ai carabinieri ha raccontato di essere stata picchiata selvaggiamente dai genitori che non volevano che portasse avanti quella nuova gravidanza.

La vittima è una giovane di 22 anni, algherese, già mamma di una bimba di 18 mesi e incinta di otto settimane.

Al netto rifiuto della ragazza di ricorrere all'aborto, i familiari l'avrebbero pestata talmente forte da farle rischiare di perdere il bambino a causa delle botte.

Il drammatico episodio sarebbe successo ai primi di luglio, nel quartiere della Pietraia.

La donna si è presentata la sera stessa dell'aggressione al pronto soccorso dell'Ospedale Civile, con dei segni inequivocabili: contusioni, lividi e graffi e vistose ferite sulla testa, dovute a una caduta dalle scale, forse a seguito di uno spintone.

Appena arrivata nella struttura sanitaria, la giovane mamma ha subito avvisato medici e infermieri di aspettare un bambino.

È stata sottoposta a una accurata visita ginecologica al termine della quale il ricovero è stato d'obbligo, anche perché c'era una minaccia di aborto in corso.

Appena ristabilita, la ragazza è andata a raccontare tutto ai carabinieri della Compagnia di Alghero che stanno tuttora svolgendo le indagini del caso.

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...