CRONACA SARDEGNA - ORISTANO E PROVINCIA

la delibera

Vita dura per i circhi con animali: a Oristano giro di vite all'insegna delle scartoffie

La giunta Lutzu ha deciso di richiedere un'ingente mole di documenti per autorizzare gli show
un circo allestito a oristano (l unione sarda pinna)
Un circo allestito a Oristano (L'Unione Sarda - Pinna)

Il circo con animali non avrà vita facile a Oristano.

Per piazzare un tendone e organizzare spettacoli con le esibizioni di elefanti, tigri o leoni si dovrà fare una lunga trafila burocratica e rispettare precise norme, con tanto di cauzione che varia da 6 a 3mila euro.

I nuovi criteri sono stati stabiliti nei giorni scorsi dalla Giunta Lutzu che ha approvato una precisa delibera sulla questione.

"Non è un diniego - spiega il sindaco Andrea Lutzu – però finora c’è stata anarchia totale e, senza un regolamento, era impossibile controllare o negare eventuali concessioni. Adesso ci saranno norme precise a cui bisognerà attenersi per avere il via libera".

Ci saranno anche rigidi controlli da parte della polizia locale che dovrà vigilare sul rispetto delle norme. Chi sgarra, potrà dire addio agli spettacoli: l’autorizzazione verrà subito revocata.

E così chi vorrà sistemare il proprio tendone dovrà presentare la domanda almeno sei mesi prima; il periodo consentito per la sistemazione dei circhi equestri è compreso tra il 5 novembre e il 30 aprile e "non verrà rilasciata più di una concessione all’anno", si legge nel provvedimento che va avanti con un lungo elenco di documenti da presentare da parte del titolare della compagnia circense.

Tra le scartoffie da produrre, anche atti che provino come "nessun animale è stato prelevato in natura; la capacità di assicurare l’assistenza veterinaria, un piano di emergenza in caso di fuga di animali pericolosi".

Infine, il rappresentante legale del circo non deve aver mai ricevuto condanne per maltrattamento di animali

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...