CRONACA SARDEGNA - ORISTANO E PROVINCIA

la vicenda

San Vero Milis, assolti i due ex assessori: "Il fatto non sussiste"

Gian Michele Pinna e Stefano Putzolu erano accusati di abuso d'ufficio
l ingresso di san vero milis (archivio l unione sarda)
L'ingresso di San Vero Milis (Archivio L'Unione Sarda)

I due ex assessori del Comune di San Vero Milis Gian Michele Pinna e Stefano Putzolu sono stati assolti con formula piena "perché il fatto non sussiste" dall’accusa di abuso d’ufficio. La sentenza chiude una vicenda giudiziaria andata avanti per anni tra consulenze e numerose testimonianze davanti ai giudici del Tribunale di Oristano.

I fatti risalgono al 2013 quando il Consiglio comunale di San Vero Milis era stato chiamato a votare il Piano urbanistico. Secondo quanto sostenuto dal pm Armando Mammone, Pinna e Putzolu non avrebbero dovuto partecipare al voto dei cambi di destinazioni d’uso di alcuni terreni perché quelle terre erano di proprietà di loro parenti. E si sarebbero dovuti astenere.

L’avvocato difensore Guido Manca Bitti ha sempre sostenuto il contrario, nella precedente udienza è stato sentito come consulente anche l’ex assessore regionale all’Urbanistica Gian Valerio Sanna che ha chiarito come i due ex amministratori non avrebbero avuto alcun vantaggio personale dal loro voto favorevole al Puc. I terreni, infatti, si trovavano in aree più ampie che avrebbero comunque subito modifiche urbanistiche all’interno del nuovo Piano.

All’epoca inoltre si erano dimessi tutti gli esponenti dell’opposizione e l’attività del Consiglio, senza la presenza di tutti gli esponenti di maggioranza, si sarebbe bloccata.

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...