CRONACA SARDEGNA - ORISTANO E PROVINCIA

in consiglio comunale

Sedilo, il comune approva il bilancio: 14 i punti discussi

La discussione in aula è durata più di quattro ore
il consiglio comunale di sedilo (foto l unione sarda orbana)
Il consiglio comunale di Sedilo (foto L'Unione Sarda-Orbana)

Quattro ore di discussione in aula per un ordine del giorno fiume: ben 14 punti e la richiesta dell'opposizione di sospendere i lavori non è stata accordata. Tanti i chiarimenti chiesti per le tematiche relative al Plus da Margherita Cherchi della minoranza che poi ha accordato il voto a favore. Non è stato lo stesso per il piano socio-assistenziale di cui l'opposizione non aveva ricevuto gli atti.

Dopo la spiegazione del vicesindaco e della responsabile del servizio sugli interventi che saranno portati avanti sono stati chiesti altri chiarimenti sempre da Margherita Cherchi. Tempi troppo lunghi per il sindaco Salvatore Pes. Ne è nata una discussione e vista l'ora tarda si è passati ai voti e si è chiuso il Consiglio. Diverse le questioni saltate fuori con l'approvazione del bilancio e del documento unico di programmazione (voto a favore della sola maggioranza). Lo strumento finanziario chiude a circa due milioni e 800 mila euro. CENTRO STORICO - Il suo esame è stato anche un'occasione per discutere del piano particolareggiato del centro storico. Il sindaco ha chiarito che ai 67 mila euro che arriveranno dalla Regione per adeguare il Puc , con fondi bilancio si interverrà anche sul piano particolareggiato. "Svincoleremo degli immobili che non presentano caratteristiche da preservare. Il centro matrice è troppo ampio", ha sostenuto il sindaco Salvatore Pes molto critico col piano vigente.

Scelta però criticata dall'opposizione che teme interventi a macchia di leopardo e ha un'altra visione sul centro storico.

I LAVORI - Con il bilancio si interverrà con la bitumatura di alcune strade, la sistemazione di arredo urbano, si procederà con l'ampliamento del cimitero , verranno eliminate barriere architettoniche e si interverrà sulla viabilità rurale. Tra gli obiettivi dell'esecutivo favorire gli antichi mestieri, portare avanti progetti sull'energia alternativa. Tra le priorità la valorizzazione del lago Omodeo, proporre ulteriori corsi di formazione per la Protezione civile.

CULTURA E FORMAZIONE - È stato anche chiarito che la biblioteca comunale verrà spostata nella scuola secondaria dove verranno creati spazi specifici in base all'età. Sarà possibile grazie ai due milioni e mezzo di euro che arriveranno con i fondi di Iscol@. A Sedilo oltre ad accorpare le scuole, si interverrà sugli impianti sportivi e sull'area circostante.

CIMITERO - Temi che hanno portato la minoranza a chiedere alcuni chiarimenti. L'ha fatto ad esempio Sara Lampreu sul cimitero. Ha ricordato in aula che sono arrivate diverse segnalazioni per il mancato rispetto del piano cimiteriale. Ne è consapevole la maggioranza che sta incentivando i controlli e punta a fermare le costruzioni monumentali non autorizzate. "Non è semplice perché nelle persone si è creata l'abitudine di fare ciò che vogliono. Se ne approfittano quando non c'è vigilanza", ha spiegato il sindaco.

LA 131 DCN - Tra le richieste arrivate dalle fila di opposizione quella di sollecitare per la conclusione dei lavori sulla 131 Dcn, all'altezza del ponte di Aidomaggiore. "Mi è stato assicurato che dovrebbero concludere entro marzo", ha chiarito Pes.

RANDAGISMO - Sollevato il problema dei cani randagi nella circonvallazione. "L'accalappiacani è riuscito a catturarne solo uno. Conosciamo il problema", ha spiegato il sindaco.

LAGO OMODEO - Umberto Cocco della minoranza ha espresso diverse perplessità: "Nel documento di programmazione vedo un'idea di paese che non condivido", ha detto mostrandosi molto critico sulla decisione di parlare di attrattore turistico del lago Omodeo: "E' un percorso costellato da fallimenti. La condizione preliminare è la presenza di imprese private", ha sottolineato Cocco. "E' un prossimo attrattore. Lo sviluppo deve essere compatibile con l'ambiente circostante", la replica del primo cittadino.

SAN COSTANTINO - Cocco ha poi espresso perplessità sugli interventi a San Costantino, finanziati con 700 mila euro della programmazione territoriale: "Ho il terrore che si comprometta quel contesto: è un santuario campestre ma la tendenza è a inglobarlo nel paese".

Con il voto contrario della minoranza sono state approvate poi in via definitiva delle varianti. Stesso voto sul piano delle opere pubbliche che oltre al finanziamento di Iscol@ da due milioni e mezzo di euro vede inseritio per 184 mila euro i lavori al ponte Banzos, per 382 mila euro la riqualificazione energetica del Comune,. Ed ancora per 200 mila euro interventi sulla viabilità rurale e per 375 mila la messa a norma della strada Sedilo-Bolotana.

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...