CRONACA SARDEGNA - SASSARI E PROVINCIA

definitivamente

Porto Torres: chiude l'ufficio del Giudice di pace, insorgono i legali

La decisione è stata presa dalla maggioranza 5 Stelle
sean wheeler (archivio l unione sarda)
Sean Wheeler (Archivio L'Unione Sarda)

Chiude l'ufficio del giudice di pace di Porto Torres. E in modo definitivo.

Lo ha deciso la maggioranza 5 Stelle nella seduta del consiglio comunale decretando la fine di un servizio attivo da oltre 10 anni. Otto voti hanno deciso la soppressione dell'ufficio di fronte a una minoranza che per protesta è uscita dall'aula.

"Preferiamo che la nostra firma non compaia in questa decisione che priva di un altro servizio la città", hanno dichiarato al consiglio. L'amministrazione non è più in grado di garantire la funzionalità del servizio, sia in termini di personale da dedicare, per la ridottissima pianta organica allo stato prevista, sia per l'impossibilità di sostituzione del personale che in questi anni è stato collocato in quiescenza.

"Chiudiamo l'ufficio del Giudice di pace perché siamo costretti a dover contingentare le risorse umane - ha dichiarato in aula il sindaco Sean Wheeler - e per far sì che il comune possa svolgere le sue molteplici attività con efficienza. Ma vi assicuro che la prima cosa che farò uscito dall'aula, sarà quella di presentare questa istanza al ministero di Grazia e Giustizia e gli dirò che sono stato costretto a chiudere il servizio perché lo stesso ministero mi ha detto che se lo volevo aprire lo dovevo fare a mie spese".

Dura la replica degli avvocati del territorio. "Oltre a dimostrare tutta la nostra contrarietà e insoddisfazione per quanto successo oggi in consiglio - sottolineano i legali - siamo molto amareggiati per il fatto che la maggioranza non ha voluto prendere in considerazione nessuna ipotesi alternativa che gli era stata fornita dagli stessi avvocati, tipo l'assunzione di personale di militari in quiescenza ma hanno portato avanti una loro decisione che era stata già assunta da oltre un anno fa".

La preoccupazione maggiore riguarda i disagi e i costi per i cittadini, oltre alle modalità di accesso alla giustizia, per non parlare dei tempi di attesa: "I cittadini si vedranno costretti a continui trasferimenti a Sassari per seguire le vicende giudiziarie dal Giudice di pace e per il fatto che a Sassari gli uffici hanno un carico di lavoro talmente abnorme per cui le sentenze che qua arrivavano in tempi ragionevoli arriveranno in tempi lunghissimi".

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...