CRONACA SARDEGNA - ORISTANO E PROVINCIA

sequestro

Abitazione abusiva nella scuderia del componidori della scorsa Sartiglia

Il giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Oristano ha fatto scattare il sequestro preventivo dell'immobile. Tre gli indagati
l apposizione dei sigili (foto corpo forestale)
L'apposizione dei sigili (foto Corpo forestale)

Insieme alla scuderia aveva realizzato anche un'abitazione risultata abusiva, nella zona agricola vincolata dal Puc e all'interno della fascia fluviale, con un indice di rischio idrogeologico di livello medio.

Questa mattina il giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Oristano ha fatto scattare il sequestro preventivo dell'immobile. Sono stati gli agenti del Nucleo investigativo della forestale di Oristano a mettere i sigilli all'abitazione che si trova nella zona di Fenosu.

La scuderia appartiene ad Andrea Solinas, componitori della Sartiglia del gremio di contadini. Nel 2011, insieme ad altri cavalieri proprietari di scuderie, avevano ottenuto l'autorizzazione dell'Ufficio Tecnico comunale per la sola realizzazione del muro di recinzione del terreno agricolo.

Dalle indagini (tre gli indagati) svolte dalla forestale era emerso che i proprietari avevano presentato agli uffici dell'Agenzia del Territorio una richiesta di accatastamento per la creare alcuni locali di servizio, destinati a scuderia, deposito attrezzi e tettoie, il cui volume complessivo invece era stato trasformato per realizzarvi una casa di abitazione, di ingombro pari a quello delle pertinenze rurali dichiarate al Catasto.

L'esame delle foto aeree effettuate in tempi diversi ha consentito anche di verificare le modifiche apportate nel tempo ai locali di servizio: gli interessati avevano proceduto al graduale rifacimento del manto di copertura con pannelli coibentati, alla ristrutturazione, alla trasformazione degli interni da scuderia a casa d'abitazione, mediante la realizzazione di sei ambienti distinti in soggiorno-salotto, camere da letto, bagno, locali di sgombero e zona giochi.

Per i reati contestati la norma urbanistica prevede la demolizione o la confisca del fabbricato e del lotto, oltre alla pena dell'arresto fino a 2 anni e l'ammenda da 5.164 a 51.645 euro.

L'attività di polizia giudiziaria svolta rientra in una più ampia delega di controllo del territorio comunale di Oristano sulla regolarità urbanistica disposta dalla procura della Repubblica di Oristano.

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

PIÙ LETTI
Loading...
Caricamento in corso...