ECONOMIA

il contratto

Venduto dalla Regione al Comune di Oschiri l'ex Ospedaletto militare

Prezzo simbolico: un euro per cespite, in tutto 78 euro
oschiri (archivio l unione sarda)
Oschiri (Archivio L'Unione Sarda)

L'ex Ospedaletto militare è stato ceduto dalla Regione al Comune di Oschiri. Il prezzo? "Simbolico", fanno sapere dalla Regione Sardegna.

In questo modo continua il piano dell'assessorato agli Enti locali per la vendita ai Comuni dei beni che fanno parte del patrimonio immobiliare dismesso dallo Stato e trasferito alla Regione.

Il vecchio ospedaletto, usato nel corso della Seconda guerra mondiale per i militari, occupa un terreno di tre ettari e comprende anche una chiesta. Il suo valore, nel 1997, era stato stimato dall'Ufficio tecnico erariale in 550 milioni di lire.

La cessione al Comune però non era stata mai perfezionata in quanto il ministero delle Finanze, nel periodo dall'ottobre del 1973 al 1990, aveva modificato la base economica della trattativa per cinque volte.

L'Amministrazione di Oschiri aveva intanto realizzato le opere di infrastrutturazione primaria, visto che i fabbricati erano occupati da tempo da cittadini.

Nei giorni scorsi la vicenda si è chiusa con la firma del contratto tra il direttore del servizio Demanio, Patrimonio e Autonomie locali di Sassari e Olbia Tempio dell'assessorato regionale agli Enti locali e il responsabile dell'Area tecnica del Comune di Oschiri. Il prezzo simbolico è pari a un euro per cespite, in tutto 78 euro.

(Unioneonline/s.s.)

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...