ECONOMIA

Turismo

Nulvi, i progetti di recupero delle vecchie case per creare lavoro

L'iniziativa delle "case a un euro" sta dando i primi importanti risultati
una casa da restaurare nell ambito del progetto di riordino urbano (foto argentino tellini)
Una casa da restaurare nell'ambito del progetto di riordino urbano (foto Argentino Tellini)

La scelta dell'Ammministrazione Comunale di Nulvi, paese di 2700 abitanti al centro dell'Anglona, di puntare su turismo residenziale e accoglienza per creare lavoro sta cominciando a dare i suoi frutti.

Dopo aver vinto un bando regionale sul riordino urbano dell'importo di oltre un milione di euro, il Comune sta provvedendo all'acquisto di 7 abitazioni, di cui 3 di proprietà dell'Università di Sassari.

Le case (valutate dall'Agenzia delle Entrate) verranno restaurate e affidate in gestione a una cooperativa, che potrà quindi avere a disposizione 38 posti letto per un'attività imprenditoriale.

Nell'ambito dell'ospitalità diffusa, anche il progetto "case a un euro" sta dando i primi importanti risultati; tre sono già state affidate, di cui una a una coppia di svizzeri, che stanno provvedendo a proprie spese al restauro.

Nell'affidamento delle strutture ha più punteggio chi si avvale dell'aiuto di tecnici e manodopera locale.

Antonello Cubaiu, sindaco di Nulvi, puntualizza: "In realtà le case a un euro affidate saranno quattro. Proprio ieri abbiamo chiuso dal notaio l'accordo con un signore di Cremona, che ha deciso di investire e passare del tempo da noi. Intendiamo proseguire su questa strada, per diversificare l'economia, rilanciare l'edilizia e creare lavoro, ma anche per tentare di arginare lo spopolamento che sta investendo i piccoli comuni della Sardegna, che sono bellissimi e hanno tante cose da raccontare ".

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...