ECONOMIA

milano

Bit, gli obiettivi della Sardegna: "Fare meglio del 2018 e recuperare il mercato inglese"

Domenica apre la Borsa del Turismo 2019. L'assessore regionale Argiolas: "Circa 60 di operatori sardi per illustrare le bellezze dell'Isola"
barbara argiolas assessore regionale al turismo (l unione sarda ungari)
Barbara Argiolas, assessore regionale al Turismo (L'Unione Sarda - Ungari)

Tutto pronto a Milano per l'edizione 2019 della Bit, la Borsa internazionale del Turismo che terrà banco nel capoluogo lombardo da domenica 10 a martedì 12 febbraio.

Presente, come ogni anno, anche la Regione Sardegna, che avrà il suo stand a Fiera Milano City, vetrina di promozione per l'attività e le offerte di decine di operatori del settore.

I rappresentanti della giunta regionale, però, non saranno della partita, a causa dell'imminenza delle elezioni.

La speranza è che l'assenza dei big della giunta Pigliaru non si traduca in "basso profilo" complessivo della presenza isolana all'importante appuntamento.

GLI OBIETTIVI - A rassicurare che così non sarà è l'assessore regionale al Turismo, Barbara Argiolas: "Con la campagna elettorale in corso ci è sembrato opportuno dare spazio soprattutto agli operatori del settore", spiega. "E, per la precisione, saranno 59, tra imprenditori alberghieri, reti e consorzi, le realtà sarde che parteciperanno all'evento nello spazio espositivo che abbiamo predisposto".

La stessa Argiolas, che seguirà comunque con attenzione la tre gioni milanese, fissa i principali obiettivi della Sardegna alla kermesse di quest'anno.

"Innanzitutto - dice - la Bit sarà un palcoscenico utile a promuovere l'offerta turistica regionale allo scopo di riuscire a consolidare anche per il 2019 gli ottimi risultati dell'annata 2018".

"Un'annata - prosegue l'assessore - caratterizzata da numeri importanti in estate, ma soprattutto nei mesi di settembre e ottobre. Incrementare le presenze è ovviamente la sfida maggiore che si pone tutto il settore".

"In secondo luogo - continua Argiolas - stiamo lavorando per cercare di recuperare il mercato inglese, fermo da tempo, a livello generale, a causa della Brexit. Addirittura le autorità inglesi sconsigliano i cittadini di andare a fare le vacanze nel resto d'Europa. Per questo, la tre giorni di Milano sarà anche l'occasione per cercare di muovere le acque e creare nuova attrattiva oltremanica".

IL MINISTRO - Fiducioso che la Borsa internazionale milanese (dove complessivamente saranno presenti 1.300 espositori in rappresentanza di oltre 100 destinazioni in Italia e nel mondo) possa dare un contributo decisivo al rilancio del settore vacanziero, in Sardegna come in tutta Italia, è anche il ministro del Turismo Gian Marco Centinaio.

"Il nostro Paese è la quinta potenza turistica del mondo: un dato importante, ma si può e si deve fare di più", sottolinea il rappresentante del governo Conte.

Aggiungendo: "In questo contesto la Bit rappresenta un evento importante per presentare la straordinaria offerta italiana, una vetrina per far conoscere al mondo la bellezza dell'Italia e la sua ricchezza culturale, nonché un osservatorio privilegiato per l'intero comparto".

Luigi Barnaba Frigoli

(Unioneonline)

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...