ECONOMIA

via Piave

Sinnai, 550mila euro per far rinascere il Centro Isola

Anni fa la struttura fu danneggiata da un incendio
il centro isola (foto andrea serreli)
Il Centro Isola (foto Andrea Serreli)

Lo scorso anno, l'undici giugno, un incendio aggredì il Centro Isola di Sinnai, con danni gravissimi. Ora la struttura sarà recuperata con un unico obiettivo: trasformarla in una sede di reale sviluppo dell'artigianato (in crisi) e del turismo.

È stata la Regione a affidare in concessione ventennale l'immobile al Comune di Sinnai. Lo stesso Consiglio comunale si è espresso in merito favorevolmente con voto unanime. L'assessorato regionale agli Enti locali ha anche concesso un contributo di 550mila euro per il suo recupero. Una pratica avviata tanti anni attraverso le varie amministrazioni comunali che si sono succedute e che ora è finalmente nella fase conclusiva.

"Il Comune di Sinnai - ha spiegato l'assessore ai Lavori pubblici Aurora Cappai - ha già bandito l'affidamento per la redazione del progetto di recupero. Subito dopo, si farà l'appalto per l'assegnazione dei lavori. L'obiettivo è quello di farlo diventare un centro di diffusione e della conoscenza dell'arte del cestino e delle tradizioni locali. Un iter che stiamo seguendo con attenzione particolare proprio perché vogliamo che i lavori siano avviati al più presto. Oggi l'edificio è davvero ridotto male".

L'edificio che sorge fra il Parco delle Rimembranze e il Municipio, nella via Piave, sarà sottoposto ad un accurato maquillage: ci sono da rifare l'impianto elettrico, gli infissi, gli intonaci, i servizi, la tinteggiatura.

Una volta ultimati i lavori, potrà essere programmata l'attività artigianale e museale con la speranza che diventi davvero un polo di attrazione e non solo per i turisti.

Un particolare curioso. Nel suo momento migliore, tanti anni fa, il Centro Isola era stato visitato anche dai giocatori del Bayer Monaco con l'allora allenatore Trapattoni che rimasero entusiasti dell'arte del cestino in giunco e fieno.

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...