ECONOMIA

manovra

Il Carroccio: "Flat tax al 7% per i pensionati emigrati che tornano in Sardegna"

Presentato un emendamento per invogliare gli anziani a ripopolare il Sud grazie ad agevolazioni fiscali
immagine simbolo (l unione sarda)
Immagine simbolo (L'Unione Sarda)

Predisporre una "flat tax" al 7% per i pensionati emigrati all'estero che decidono di tornare o di venire a vivere in Sardegna.

È la proposta presentata dell'economista e senatore della Lega Alberto Bagnai.

Per renderla operativa, il parlamentare toscano ha presentato un emendamento ad hoc alla Manovra. Il progetto è quello di creare un'agevolazione fiscale che induca chi risiede all'estero da almeno 5 anni a stabilire la propria residenza in un comune con meno di 20mila abitanti nelle regioni meridionali e nelle isole.

Oltre alla Sardegna: Campania, Molise, Abruzzo, Basilicata, Puglia, Calabria e Sicilia.

Secondo i dati Inps sono oltre 370mila i beneficiari di pensione con residenza fuori dal Paese.

L'obiettivo dell'emendamento Bagnai, che riprende una proposta da emersa in passato in varie forme, sarebbe quello di ripopolare i Paesi del Mezzogiorno e di far tornare a circolare nell'economia italiana il miliardo di euro circa percepito complessivamente dai pensionati all'estero, che, attualmente viene appunto speso nei Paesi di residenza.

E il leader della Lega applaude: "La proposta della Lega: una flat tax al 7% per riportare in Italia, nel nostro splendido Sud, una parte di quei quasi 400mila connazionali pensionati che risiedono all?estero e alimentano l'economia di altri Paesi. Mi sembra solo buonsenso", ha twittato il ministro degli Interni.

(Unioneonline/l.f.)

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

PIÙ LETTI
Loading...
Caricamento in corso...