ECONOMIA

trasporti

Decolla la continuità aerea, sfida tra Alitalia e Air Italy: +1,2 milioni di posti

Aumentano i voli e i posti su tutte le tratte. Per i collegamenti da Cagliari e Olbia c'è concorrenza, non per Alghero, su cui solo Alitalia ha presentato la sua offerta
un aereo alitalia (archivio l unione sarda)
Un aereo Alitalia (Archivio L'Unione Sarda)

Sono state aperte questa mattina negli uffici dell'assessorato ai Trasporti le buste con le offerte per il bando della Regione Sardegna sulla continuità aerea.

Sarà sfida tra Alitalia e Air Italy. Alitalia ha presentato sei offerte per tutte le rotte da Cagliari, Olbia e Alghero verso Fiumicino e Linate. Quattro le offerte di Air Italy, per i collegamenti da Cagliari e Olbia verso la Capitale e Milano.

La commissione di gara presieduta da Cinzia Lilliu ora verificherà tutta la documentazione amministrativa presentata, poi procederà all'esame delle offerte, dal punto di vista tecnico ed economico.

"Oggi raccogliamo i frutti di un anno di lavoro intenso e complesso", commenta soddisfato l'assessore ai Trasporti Carlo Careddu. "La presentazione delle offerte relative a tutte le rotte dei tre aeroporti sardi verso Fiumicino e Linate non era un esito scontato, c'è stata una risposta importante da parte dei vettori. Così ci dirigiamo verso il traguardo auspicato, la tutela del diritto fondamentale alla mobilità dei sardi".

"La concorrenza su Olbia e Cagliari è un buon segno, ed è anche un sintomo di salute del nostro mercato aeroportuale", continua l'assessore, per poi sottolineare come il nuovo sistema di oneri di servizio, "alla luce di possibili ribassi d'asta, potrà essere integralmente coperto dalle sole risorse dello Stato pari a 120 milioni per i prossimi tre anni". L'auspicio, conclude Careddu, "è che l'attuale governo trasformi questi stanziamenti in misura definitiva accollandosi i costi della continuità aerea anche per il futuro".

Lo schema della nuova continuità aerea è stato approvato il 19 luglio scorso dalla Giunta Pigliaru, l'8 ottobre sono stati invece pubblicati i bandi. Il periodo di validità del nuovo sistama parte il 17 aprile 2019 e dura tre anni.

I NUMERI - Sono tutti in aumento. Si passa in totale dai 2 milioni 461900 posti annui offerti con l'attuale sistema a 3 milioni 672532. Sulla rotta Cagliari-Fiumicino-Cagliari si va da 851mila a 1,1 milioni; sulla Cagliari-Linate-Cagliari da 523mila a 801mila; sulla Alghero-Fiumicino-Alghero da 327 a 457mila; sulla Alghero-Linate-Alghero da 156mila a 326mila; sulla Olbia-Fiumicino-Olbia da 320 a 435mila; e sulla Olbia-Linate-Olbia da 283 a 469mila posti. Aumentano anche i voli, dai 19248 previsti attualmente diventano 21646.

Restano sostanzialmente invariate le tariffe per i residenti, al netto degli adeguamenti legati all'oscillazione dei costi del carburante: 40 euro più tasse per le rotte su Fiumicino e 49 euro più tasse per quelle su Linate. Le agevolazioni, oltre che ai residenti, spettano anche ai diversamente abili con percentuali pari o superiori all'80%, agli studenti universitari under 27, ai giovani dai due ai 21 anni, e agli over 70.

Per evitare prenotazioni fasulle o doppie verrà applicata una penale al cambio biglietto per i non residenti dopo le 72 ore precedenti la partenza.

Inoltre, se le compagnie promuovessero tariffe speciali per passeggeri non residenti più favorevoli rispetto a quelle per i residenti, tali tariffe speciali dovranno essere applicate anche ai residenti.

(Unioneonline/L)

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...