CULTURA

la festa

La reliquia di Santa Rita da Cascia è arrivata in Sardegna: sarà ad Assemini per quattro giorni

L'evento nato dal gemellaggio tra la cittadina sarda e quella umbra
don bernardino pinciaroli mostra ai presenti la reliquia di santa rita (foto l unione sarda ena)
Don Bernardino Pinciaroli mostra ai presenti la reliquia di Santa Rita (foto L'Unione Sarda - Ena)

È sbarcata questa mattina all'aeroporto di Elmas la reliquia di Santa Rita da Cascia che per quattro giorni sarà ospitata ad Assemini.

Insieme a lei, sono arrivati sull'Isola il sindaco del Comune umbro, Mario De Carolis, rappresentanti della comunità casciana e don Bernardino Pinciaroli, rettore della Basilica di Cascia. Quest'ultimo ha benedetto fedeli, gruppi folk, esponenti civili e religiosi arrivati ad accogliere le reliquie.

Domani in città inizieranno i festeggiamenti della manifestazione "Da Cascia ad Assemini, in cammino con Santa Rita", nata dal gemellaggio tra la Prociv Italia e la comunità casciana, sancito nel 2016 in seguito al terremoto nel centro Italia: l'associazione di Protezione civile aiutò la popolazione umbra con iniziative benefiche tra cui "Sa Paradura".

Organizzato da Prociv Italia, Istantales, parrocchia di San Pietro e Comune il programma prevede per domani alle 16 in corso America una messa d'accoglienza delle reliquie di Santa Rita. A seguire processione e intronizzazione della statua della Santa (donata dalla comunità casciana alla Prociv) e delle reliquie a San Pietro, accompagnata dalle campane di Elvio Usala e dai gruppi folk Città di Assemini, Associazione Campidano e Amici del Folklore di Nuoro.

Alle 20.30 spettacolo degli Istentales, Maria Luisa Congiu e gruppi folk all'anfiteatro comunale. Dopo le messe del mattino, lunedì e martedì alle 15.30 la reliquia sarà portata in una casa di riposo. Alle 17 rosario a cura dei gruppi folk San Pietro e Santa Lucia e, alle 20.15 nel teatrino parrocchiale, proiezione del film su Santa Rita. Mercoledì alle 16 partenza dei volontari verso Cascia con la reliquia, accompagnata dalle campane di Elvio Usala.

"Abbiamo richieste di partecipazione da tutta la Sardegna", dice Emilio Garau, presidente nazionale Prociv Italia. "La manifestazione è il preambolo per il prossimo anno, con il gemellaggio ufficiale tra i Comuni di Cascia e Assemini ".

Ricorda don Paolo Sanna, della parrocchia di San Pietro: "Santa Rita è tra le più venerate. La sua presenza fisica, con la reliquia, ci collega fisicamente a lei". Per la sindaca Sabrina Licheri "oltre che l forte significato religioso, l'iniziativa sarà un'importante vetrina per Assemini, occasione per far conoscere il senso di accoglienza e ospitalità della comunità, ma anche le nostre tradizioni".

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...