CULTURA

Il ricordo

A Burcei una piazza dedicata al partigiano Isidoro Frigau

Il soldato, nato nel 1923, era conosciuto col nome di battaglia di "Pisu"
una panoramica di burcei (archivio l unione sarda) nel riquadro isidoro frigau (foto archivi comunali)
Una panoramica di Burcei (Archivio L'Unione Sarda), nel riquadro Isidoro Frigau (foto archivi comunali)

La Giunta comunale di Burcei ha deciso di intitolare il belvedere nell’area del PEEP (Piano edilizia economica popolare), in prossimità della Via Salvo D’Acquisto, attualmente in fase di ultimazione, alla memoria del compaesano Isidoro Frigau.

Nato a Burcei nel 1923, è morto a Succisa (Pontremoli), in provincia di Massa, il 15 marzo del 1944. Il soldato è stato insignito della medaglia d’argento alla memoria con Decreto del Presidente della Repubblica il 25 settembre del 1989.

Frigau, partigiano, faceva il pastore prima di indossare la divisa. Era figlio di Raffaele Frigau, ugualmente pastore, e della casalinga Marcella Frigau. Fu ucciso assieme ad un altro partigiano di 19 anni, Remo Moscatelli .

Nel decreto del presidente della repubblica che gli conferiva la medaglia d’argento, è scritto che Frigau "era partito da Burcei, comune di montagna della provincia di Cagliari, che all’epoca contava poco più di duemila abitanti. Inquadrato nell’esercito, dopo lo sbandamento seguito alla firma dell’Armistizio l’8 settembre 1943, Isidoro Frigau (nome di battaglia 'Pisu') assieme ad altri commilitoni sardi aveva scelto di restare da parte del Fronte e combattere tedeschi e fascisti". Rimasto ferito, era riuscito a sparare ancora sul nemico prima di spirare. Il soldatino di Burcei è sepolto a Pontremoli.

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...