CULTURA

l'accordo

Cultura, arte e sport attorno al Lago Omodeo: in arrivo 11 milioni di euro

Intesa tra Regione e Comuni per una lunga serie di progetti di valorizzazione del territorio

La casa museo di Gramsci e il pozzo sacro di Santa Cristina. Storia, cultura, archeologia, memoria, l'acqua come elemento di culto e di attrazione turistica, le Terme di Fordongianus, un Parco avventure e il Volo d'Angelo sul Lago Omodeo.

C'è tutto questo in "Vivi BarGui, Comunità, esperienze e percorsi intorno al Lago Omodeo", il progetto da 20 milioni, di cui 11 di nuova finanza, chiuso oggi a Ghilarza dall'assessore Raffaele Paci all'interno della programmazione territoriale della Regione.

È questo il l tredicesimo progetto finanziato in due anni. Un percorso iniziato nel 2017, che ha visto protagoniste due Unioni (quella del Barigadu e quella del Guilcier) che hanno deciso di associarsi per condividere una visione di sviluppo che coinvolge 18 Comuni (Bidonì, Busachi, Fordongianus, Neoneli, Nughedu Santa Vittoria, Samugheo, Sorradile, Ulà Tirso, Abbasanta, Aidomaggiore, Boroneddu, Ghilarza, Norbello, Paililatino, Sedilo, Soddì, Tadasuni) e 22mila abitanti, con l'intento di supportare le comunità locali senza snaturarne la cultura e le tradizioni, riuscendo a rendere più dinamica l'economia e più attrattivo e accogliente il territorio.

Sono stati dunque protagonisti assoluti i Comuni: hanno condiviso con la Regione l'idea da mettere in campo per il proprio futuro. Tanti gli interventi previsti nei due territori. Tra questi cinque tracciati per eco-turismo, due siti per il turismo avventura e sport adrenalinici, con il Volo d'angelo sul lago Omodeo.

"UNICITÀ DIFFUSE" - Si rafforzeranno i grandi poli storico-culturali: a Ghilarza verrà creato un polo museale dedicato a Gramsci, a Sedilo sarà riqualificato il santuario di San Costantino, a Fordongianus sarà creato un parco archeologico fluviale della storia romana.

A Paulilatino valorizzazione del parco archeologico di Santa Cristina e del museo Palazzo Atzori.

Saranno valorizzate anche le piccole unicità diffuse, ad esempio il Midi a Norbello con un parco del fumetto. Nel settore socio-assistenziale saranno potenziate le case di riposo. A Busachi, unica in Sardegna, sarà realizzata la casa del Dopo di noi per i disabili e ad Abbasanta un modulo residenziale temporaneo per soggetti affetti da demenza. Previsti tre parchi sportivi legati ai poli scolastici e ai luoghi di aggregazione. A Samugheo, ad esempio, verrà realizzato un percorso fitness lungo. Tutto in 36 mesi.

La presentazione dei progetti (Foto Alessia Orbana)
La presentazione dei progetti (Foto Alessia Orbana)

GLI INTERVENTI - Ad Abbasanta con 100 mila euro verrà rinnovato il polo dei servizi turistici e culturali a Losa. Simile l'intervento a Nughedu Santa Vittoria che, grazie a 330mila euro, potrà completare la riqualificazione della Casa aragonese da adibire a punto accoglienza diffusa del progetto pilota "Nughedu welcome".

Un milione e 235mila euro sono destinati ad itinerari escursionistici attorno all'Omodeo. Interesseranno i territori di Sorradile, Tadasuni, Ghilarza, Soddì, Bidonì, Ulà Tirso, Aidomaggiore e Sedilo.

Altri 450mila euro saranno impiegati tra Ardauli, Boroneddu e Ghilarza sempre nell'ottica del turismo attivo. Qua sarà proposto il Volo d'angelo, ovvero la discesa su una fune per mezzo di una carrucola sfruttando la forza di gravità. Un tragitto di un chilometro e mezzo che sorvolerà alcuni novenari e il parco Urgu a Boroneddu.

A Samugheo, con 800mila euro, si punta a valorizzare la zona di Castel Medusa, 100mila euro invece per l'area archeologica di Linna 'e cresia.

Un milione di euro a Ghilarza sarà destinato a creare il polo museale dedicato a Gramsci. Circa 400 mila euro per Paulilatino: consentiranno di valorizzare il parco archeologico di Santa Cristina e il museo Palazzo Atzori.

Oltre 700mila euro a Sedilo saranno impiegati per il riqualificare il santuario di San Costantino dove si corre l'Ardia.

Altri 100mila euro saranno impiegati nell'area archeologica di Iloi. Ad Aidomaggiore con 230 mila euro si interverrà sulla riqualificazione del sito di Santa Greca e sul nuraghe Sa Jua.

Diversi gli interventi che si porteranno avanti a Fordongianus con 460mila euro per il parco archeologioco-fluviale.

A Bidonì con 60mila euro si interverrà sul museo Sa Omo e sa Majarza.

Ad Ula Tirso con 270mila euro si punta tutto sul Centro di documentazione multimediale dei bacini idrografici della Sardegna.

A Neoneli 270mila euro serviranno a riqualificare il parco di S'Angelu, mentre a Norbello con 168mila euro si potenzierà il Museo dell'Immagine e del design interattivo con la realizzazione del parco del fumetto. Adeguamento e potenziamento di case di riposo, strutture protette e centri diurni ad Ardauli (370mila euro), Ghilarza (200mila), Paulilatino (600 mila) e Abbasanta (350mila ), mentre a Busachi con 590mila euro verrà realizzata la Casa del Dopo di noi.

Ad Abbasanta 100mila euro serviranno per il completamento del parco per lo sport, a Ghilarza 280mila per il campus sportivo-scolastico, mentre a Samugheo con 360mila euro verrà realizzato un percorso ciclo pedonale e di fitness intorno al paese.

Altri 500mila euro ad Abbasanta serviranno per mettere in sicurezza le strutture di aggregazione.

Infine, con 430mila a Norbello verrà realizzato il parco della musica e dello sport.

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

PIÙ LETTI
Loading...
Caricamento in corso...