CULTURA

TURISMO

Gianni Morandi e "L'isola di Pietro" fanno crescere l'attrattività della Sardegna

Una ricerca commissionata dall'assessorato al Turismo mostra l'importante impatto della fiction sulle propensioni di viaggio
gianni morandi con altri protagonisti de l isola di pietro (foto ufficio stampa)
Gianni Morandi con altri protagonisti de "L'isola di Pietro" (foto ufficio stampa)

L'inossidabile popolarità di Gianni Morandi e della fiction "L'Isola di Pietro" come traino importante per lo sviluppo turistico dell'Isola.

Sono le conclusioni di una ricerca - svolta da Ergo Research e commissionata dall'Assessorato regionale del Turismo, Artigianato e Commercio e dalla Fondazione Sardegna Film Commission - sull'impatto della fiction nell'immaginario dei turisti italiani.

Un studio che ampiamente certifica come, nello specifico, Carloforte e l'isola di San Pietro, insieme alla Sardegna, abbiano visto salire le proprie quotazioni come destinazioni turistiche proprio grazie alla serie tv.

L'indagine, presentata questa mattina a Cagliari alla presenza dell'assessore regionale al Turismo, Barbara Argiolas, si è svolta attraverso 2000 interviste, somministrate mediante questionari on line, alla fine di luglio del 2018. Il target era quello degli utilizzatori di internet, con età compresa tra i 18 e i 64 anni, residenti sul territorio nazionale (Sardegna esclusa), che nell'ultimo anno avessero trascorso vacanze con più di 5 pernottamenti fuori casa e/o avessero seguito almeno una serie tv italiana: un target rappresentativo di circa 27,5 milioni di persone. Il questionario era articolato in due sezioni: una sul pregresso turistico 2017 e sulle intenzioni di viaggio per il 2018, l'altra più focalizzata sulla fiction, con un approfondimento sull'isola di San Pietro e il sud ovest della Sardegna come possibili destinazioni turistiche.

Con riferimento ai risultati, i primi elementi da rilevare sono la visibilità e il gradimento della serie con Gianni Morandi. Il 9% del campione (pari a 2,5 milioni di persone) la segue regolarmente, mentre un altro 14% (pari a circa 3,8 milioni) si dichiara spettatore occasionale. "L'isola di Pietro" è comunque nota al 40% degli intervistati, corrispondenti a poco più di 11 milioni di persone. E proprio le ambientazioni sono apprezzate in modo quasi unanime dal pubblico: il voto medio assegnato è di 8,5/10, con un punteggio alto assegnato dal 93% degli spettatori regolari e dal 73% di quelli occasionali.

Ancora più interessanti le risposte circa la Sardegna come meta turistica: il 7% degli intervistati è stato più volte in vacanza nell'Isola negli ultimi 4 anni, e questa percentuale sale al 15% tra chi segue la serie e si innalza al 34% fra chi c'è stato una sola volta. Inoltre, gli spettatori della fiction, sia occasionali che regolari, mostrano una più alta propensione a indicare la Sardegna come possibile destinazione di vacanza per l'estate/autunno 2018 rispetto al campione totale (12,7% contro 8,5%).

L'indagine verrà replicata con un nuovo sondaggio all'inizio del 2019, e dunque a breve distanza dalla messa in onda dei nuovi episodi.

(Unioneonline/v.l.)

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

PIÙ LETTI
Loading...
Caricamento in corso...