CULTURA

Cagliari

Inaugurata all'hotel Miramare la mostra di Fabio Corona

Fabio Corona, fotografo di Carbonia, ha da sempre avuto una grande passione per la Natura
la potenza del mare (foto fabio corona)
La potenza del mare (Foto Fabio Corona)

Un'esplosione di colori, contrasti, luci e tonalità: questo traspare dallo sguardo attento e appassionato di Fabio Corona, capace di catturare gli aspetti al tempo stesso travolgenti e delicati di una Natura che pietrifica gli occhi davanti alla sua bellezza mozzafiato.

È un viaggio emozionale e suggestivo quello che il Boutique Hotel Miramare di Caglairi vuole offrire ai suoi ospiti e ai tanti appassionati nella mostra fotografica "Scorci di Sardegna" di Fabio Corona, allestita nel piccolo museo della struttura ricettiva sita nel cuore del capoluogo davanti al Porto e già ricca di tesori artistici di autori celebri, primo fra tutti Pinuccio Sciola.

Un mare scultore di paesaggi liquidi, vedute su prospettive inattaccate dal tempo, intimi colpi d'occhio sul particolare inusuale.

E così, ogni immagine è quasi una trasposizione di una piccola storia che è infusa del fascino della Natura isolana senza filtri e condizionamenti di sorta.

Fabio Corona, fotografo di Carbonia, ha da sempre avuto una grande passione per la Natura.

La curiosità lo ha stimolato ad approfondire la conoscenza di ciò che lo circondava e la fotografia si è dimostrata il mezzo ideale per congelare i momenti vissuti.

Anni di esperienze si concretizzano nella sua opera fotografica e soprattutto nel suo scopo: trasmettere le emozioni provate nel momento dello scatto e non tecnica fotografica fine a se stessa. L'etica è una parte importantissima del suo fare fotografia: si potrà vedere la Natura così com'è, senza effetti speciali, senza la ricerca spasmodica della spettacolarità delle immagini ma solo ed esclusivamente la trasmissione di emozioni.

"Alla fine credo di aver trovato il giusto connubio tra la Natura e la Fotografia - dice Fabio Corona - il risultato sono le mie immagini naturalistiche che spero siano pervase dall'amore per tutto ciò che ho potuto vedere e percepire."

L'esposizione, inaugurata ieri al secondo piano del palazzo Marini-Devoto, un pre liberty del 1870 di straordinaria fattura artistica al civico 59 di Via Roma sede dell'Hotel Miramare, affianco alla Chiesa di San Francesco, resterà aperta al pubblico fino al 22 dicembre con ingresso libero.

L.P.

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

PIÙ LETTI
Loading...
Caricamento in corso...