CULTURA

Inquinamento sonoro nei porti, lo studio dell'Università di Cagliari

il gruppo di studio dell universit di cagliari
Il gruppo di studio dell'Università di Cagliari

Un progetto, che vede l'Università di Cagliari capofila, sulla limitazione dell'inquinamento sonoro da traffico nei porti commerciali.

"List Port", questo il nome dello studio, verrà presentato domani (dalle 9.30) alla Stazione marittima del porto di Olbia.

Ai lavori prendono parte il sindaco di Olbia, Settimo Nizzi, il presidente dell'Autorità del mare-Sardegna, Massimo Deiana, il vice presidente della Giunta regionale, Raffaele Paci.

Ad esporre le linee guida del progetto il responsabile scientifico, l'ingegner Paolo Fadda.

Presenti anche i rappresentanti dei numerosi partner del progetto, soggetti pubblici e privati provenienti dalla Sardegna, dall'Italia e dall'estero.

"La sfida di 'List Port' è quella di migliorare il clima acustico delle città portuali con l'utilizzo di sistemi integrati Its di gestione del traffico. L'obiettivo generale è quello di valutare - spiega Paolo Fadda - come tali sistemi incidano sulla riduzione dei volumi di traffico e quindi delle pressioni sonore in ambito portuale ed urbano".

Il progetto prevede il monitoraggio dei livelli di traffico e di rumore nei porti e nelle principali arterie viarie. A seguire, verranno modellizzate le reti stradali, “al fine di disporre di un modello virtuale in grado di simulare nuovi scenari di rete. I beneficiari finali saranno i residenti ed i visitatori nelle città portuali, mentre quelli di secondo livello saranno gli operatori portuali che potranno contare su una gestione ottimale degli accessi al porto e di una più efficace gestione del traffico interno. Il progetto si fonda su un approccio transfrontaliero, dove i risultati ottenuti nelle sperimentazioni nelle quattro città pilota, verranno valutati e confrontati rispetto alle diverse conformazioni urbane, orografiche e territoriali, per definire una standardizzazione metodologica e modellistica e la loro successiva replicabilità in altri contesti” rimarca il professor Fadda.

Con il lancio di "List Port" verrà promossa anche la "Giornata Europea della Cooperazione" (European Cooperation Day), che si tiene in Europa il 21 settembre. L'evento, istituito nel 2012, è dedicato alla Cooperazione territoriale europea.

(Unioneonline/v.l.)

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

PIÙ LETTI
Loading...
Caricamento in corso...