CULTURA

Addio allo scrittore Yallop, indagò sul mistero della morte di Papa Luciani

lo scrittore david yallop
Lo scrittore David Yallop

Lo scrittore britannico David Yallop, specializzato in libri su crimini insoluti e misteri non ancora svelati, è morto venerdì scorso a Londra all'età di 81 anni.

La notizia della scomparsa, causata dalle complicazioni del morbo di Alzheimer, è stata confermata dalla famiglia al sito di notizie neozelandesi Stuff.

Tra le opere più famose dello scrittore-detective c'è il controverso bestseller internazionale "In nome di Dio" (Tullio Pironti Editore, 1985), relativo all mistero sulla morte di papa Giovanni Paolo I e in cui l'autore ipotizza l'uccisione con una dose eccessiva di calmanti.

"In nome di Dio" fu pubblicato in edizione originale nel 1984 dall'editore inglese Bantam Books e da allora ha venduto 6 milioni di copie nel mondo ed è stato tradotto in 30 lingue. Suscitò veementi polemiche e scandalo e il Vaticano respinse immediatamente ogni illazione.

La morte di Albino Luciani, avvenuta nella notte tra il 28 e il 29 settembre del 1978, 33 giorni dopo la sua elezione al soglio pontificio, fin dal primo momento destò molti dubbi e sospetti.

Yallop si dedicò per tre anni alla ricostruzione dei fatti precedenti all'improvvisa morte, presentando quindi nel testo una dettagliata documentazione e indicando i nomi delle molte persone a cui la morte del "papa sorridente" poteva giovare.

Yallop ipotizzò una congiura che legava insieme il capo dello Ior, monsignor Paul Marcinkus, e il presidente del Banco Ambrosiano, Roberto Calvi, la banca vaticana e la loggia massonica P2.

Il libro fu premiato con il Crime Writers' Golden Dagger Award for Nonfiction nel 1984.

David Yallop è poi tornato altre volte su tematiche vaticane, ad esempio con "Habemus Papam. Il potere e la gloria: dalla morte di papa Luciani all'ascesa di Ratzinger" (Nuovi mondi, 2006). In questo libro ha ricostruito 30 anni di cronache vaticane, rivelando retroscena e fatti cruciali che hanno segnato la storia contemporanea.

(Unioneonline/v.l.)

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

PIÙ LETTI
Loading...
Caricamento in corso...