CULTURA

Musica ed enogastronomia, il binomio vincente di Sorso

il palco del festival musicale internazionale
Il palco del Festival musicale internazionale

Da un lato le eccellenze enogastronomiche del territorio, dall'altro i talenti internazionali della musica: binomio di successo a Sorso quello nato dall'abbinamento tra la "Festa dei Sapori" e il "Festival musicale Internazionale della Sardegna”".

In città un gran numero di presenze estere giunte anche per assistere alla semifinale del Premio Mariele Ventre e Premio Maria Giovanna Mallei.

L'appuntamento canoro, presentato il 28 luglio dall'artista Gabriele Masala dello staff di Christian Luisi, ha visto concorrere più di cinquanta cantanti provenienti da diverse nazioni come Romania, Bulgaria, Ucraina, Turchia, Slovacchia, Svizzera e Cuba, oltre naturalmente all’Italia, che ha risposto principalmente da Sardegna, Sicilia, Calabria e Puglia.

Durante la serata, molto partecipata, il Premio speciale alla carriera è stato consegnato dal vicesindaco e assessore alla Cultura, Raffaela Barsi, alla madrina della manifestazione, Donatella Meazza, autrice e produttrice di importanti programmi Rai. Altra madrina dell'evento è stata Adriana Marchese, patron dell'Euro Pop Music Vision di Bucarest. In compagnia di Maria Antonietta Ventre, sorella della grande Mariele dello Zecchino d'oro, le due ospiti hanno tenuto a battesimo i partecipanti e premiato i vincitori a Uta in occasione della finalissima.

La Festa dei Sapori è stata organizzata dall'associazione Quadrifoglio, mentre il Festival Musicale (giunto alla 29esima edizione) dall'associazione Asu & Soul Voice di Uta, entrambi con il patrocinio del Comune di Sorso.

L'iniziativa ha goduto inoltre della collaborazione dei giovani studenti del Liceo Linguistico Margherita di Castelvì, del Classico Azuni e dello Scientifico Marconi, inseriti nel progetto sperimentale di alternanza scuola lavoro "Sorso Giovane Partecipa" coordinato dall'ufficio Cultura del Comune.

Tra gli ospiti della serata anche la giovane cantante di Uta Angelica Ibba, proveniente dall’esperienza dei programmi televisivi “Ti Lascio una Canzone” di Antonella Clerici e “The Voice Italy” 2018. Poi il sassarese “enfant prodige” Mario Donato Vinci, interprete de “Il Gonghista” alla 58esima edizione dello Zecchino d’oro, e vincitore in Romania del “Festival Euro Pop Music Vision” di Bucarest con “Il Rock del Cane e del Gatto”.

Al contest di Sorso si sono esibiti anche la bulgara Gabriela Yordanova, vincitrice del Trofeo Maria Giovanna Mallei, la Corale Studentesca che, unitamente alla Nuova Euphonia di Sassari diretta dal maestro Vincenzo Cossu, ha emozionato il pubblico e ha avuto la meglio a Uta, conquistando il premio per miglior interpretazione di categoria, mentre Mario Donato Vinci, valutato come miglior interprete, è stato chiamato a rappresentare l'Italia alla finalissima di fine settembre al Festival Internazionale Bulgaro Silver Yantra.

Prezioso il contributo artistico e professionale della giuria internazionale, guidata dal maestro Francesco Zarbano, con autorevoli rappresentanti provenienti da Turchia, Ucraina, Bulgaria, Romania e Italia.

(Unioneonline/v.l.)

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

PIÙ LETTI
Loading...
Caricamento in corso...