CULTURA

Diritto allo studio e inclusione, una "Summer School" all'Università di Cagliari

Diritti umani e inclusione sociale: sono questi i temi al centro della Summer School che prenderà il via il 2 luglio per iniziativa del dipartimento di Giurisprudenza dell'Università degli Studi di Cagliari e della Facultad de Derecho della Universidad Nacional de Mar del Plata (Argentina) in collaborazione con il Centro Servizi per l'Inclusione e l'Apprendimento (SIA) dell'Ateneo del capoluogo.

Il titolo completo dell’iniziativa è "Human Rights and Social Inclusion: il diritto allo studio in una prospettiva inclusiva”, e il programma prevede moduli di didattica frontale (al mattino) ed attività di laboratorio (al pomeriggio), che si svolgeranno nell'Aula Maria Lai (via Nicolodi a Cagliari, parte alta di viale Sant'Ignazio) per un totale di 40 ore.

La Summer School focalizza l'attenzione sui progetti educativi secondo un approccio che vede il diritto all'apprendimento come evoluzione del diritto allo studio quale diritto fondamentale e costituzionalmente garantito. Per questo, i destinatari del corso non sono soltanto gli studenti universitari, ma anche dirigenti scolastici, insegnanti di ogni ordine, grado e disciplina, insegnanti specializzati in sostegno, educatori professionali, assistenti alla comunicazione, docenti referenti per l'inclusione nelle scuole e rappresentanti istituzionali.

Ad alternarsi al tavolo dei relatori saranno docenti, ricercatori e operatori di grandissima esperienza sul tema a livello internazionale. Tra gli interventi programmati si segnala, ad esempio, quello di Giampiero Griffo, Presidente della Rete Italiana Disabilità e Sviluppo e membro DPI Italia (Disabled Peoples' International).

La Summer school spazierà dai problemi specifici degli alunni con DSA alle tematiche proprie dell'inserimento scolastico dei minori stranieri non accompagnati, fino alle strategie di inclusione per gli alunni adottati e fuori famiglia. L'obiettivo del corso è ricostruire il sempre più complesso quadro normativo, nel segno della promozione e del rispetto dei diritti umani, e porre l'accento sulla didattica, sulla formazione, sulla comunicazione e sulle strategie di apprendimento per supportare il compito dell'insegnare secondo metodologie idonee, appropriate ed efficaci e volte a colmare i deficit ed a valorizzare le risorse del bambino.

L'iscrizione alla Summer School è gratuita ed è possibile partecipare contattando l’ateneo e inviando l’iscrizione entro lunedì 27 giugno. Il numero massimo di partecipanti è 60.

L'iniziativa è frutto degli accordi tra il Dipartimento di Giurisprudenza e l'AIFO (Associazione Italiana Amici di Raoul Follereau) Onlus, l'Associazione DPI (Disabled People's International) Italia Onlus e la FISH (Federazione italiana Superamento Handicap) Sardegna Onlus.

(Unioneonline/v.l.)

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

PIÙ LETTI
Loading...
Caricamento in corso...