CULTURA

"Una città a colori", dai muri di Iglesias un messaggio di pace e impegno sociale

la realizzazione del primo murale
La realizzazione del primo murale

I volti, e i pensieri, di alunni speciali per diffondere messaggi non violenti colorando i muri di Iglesias.

Assume un significato ancora più profondo il progetto "Una città a colori", nato dalla collaborazione tra l'insegnante-regista Christian Castangia e l'infermiere-artista Massimo Map Piga.

I due, dopo aver chiesto e ottenuto il via libera dall'amministrazione comunale per riempire di colori e contenuti tre pareti di altrettante zone della città, hanno iniziato a disegnare (partendo dal rione Serra Perdosa) volti e pensieri di alunni speciali che faranno parte di una classe immaginaria. Composta, per iniziare, da Grazia Deledda, Antonio Gramsci, Maria Montessori, Giovanni Falcone, Paolo Borsellino, don Milani, Pierpaolo Pasolini.

Sette alunni in ogni murale, come i colori della bandiera della pace, fino a formare una classe completa di 21 scolari che divulgheranno pensieri di alto contenuto culturale e morale, del tutto improntati alla non violenza e all'impegno sociale. Un progetto che Christian Castangia e Massimo Map Piga avevano in cantiere già da mesi, ma per questioni legate al maltempo, è slittato.

L'avvio arriva in un momento assai particolare per Iglesias: proprio in questi giorni la città assiste al proliferare di scritte contro il sindaco.

GUARDA il video:

© Riproduzione riservata


UOL Unione OnLine

COMMENTI

Sottoscrivi l'unione sarda
abbonati a L'Unione Sarda'
PIÙ LETTI
Loading...
Caricamento in corso...