CULTURA

Gli ex minatori accanto alle guide turistiche per le visite nei siti

Ritorneranno nei luoghi dove hanno trascorso le loro dure giornate di lavoro per raccontare ai turisti la vita e gli aneddoti della miniera. Quelle storie che non si trovano sui libri, ma che solo chi le ha vissute in prima persona conosce e può condividere regalando emozioni.

Non saranno sostituti delle guide turistiche, ma le affiancheranno: punta a coinvolgere le associazioni di ex minatori il progetto pensato dal Comune di Iglesias per arricchire di emozioni le visite nei siti minerari.

A lanciare l'idea è Simone Franceschi, vicesindaco e assessore al Turismo, Cultura e Spettacoli, che vuole coinvolgere le associazioni di ex minatori per far emergere un patrimonio umano prezioso e dare valore aggiunto alle visite che tanto attirano i turisti.

L'obiettivo è iniziare già per il periodo natalizio. Si partirà con i due siti già aperti alle visite: la galleria Porto Flavia, a Masua, e la grotta Santa Barbara, a San Giovanni Miniera.

Le associazioni di ex minatori, quali "Pozzo Sella", "A.Mi.Me." e "Minatori di Nebida" hanno già espresso parere favorevole. Anzi: sono gli stessi ex minatori, da tempo, a caldeggiare un progetto del genere.

© Riproduzione riservata


UOL Unione OnLine

COMMENTI

Sottoscrivi l'unione sarda
abbonati a L'Unione Sarda'
PIÙ LETTI
Loading...
Caricamento in corso...