CULTURA

L'eroe-demone di Teti si racconta
al Museo archeologico di Cagliari

il demone eroe in mostra al museo archeologico nazionale di cagliari
Il demone-eroe in mostra al Museo archeologico nazionale di Cagliari

Sono trascorsi 150 anni da quando Giovanni Spano, padre dell'archeologia sarda, presentò agli studiosi e consegnò alla letteratura scientifica internazionale il bronzetto del demone-eroe.

Un unicum che ancora oggi si offre a rari confronti. Dotato di quattro occhi, altrettante braccia, due scudi e copricapo cornuto, fu rinvenuto nel 1865 nel santuario di Abini, a Teti, sito che, avendo restituito il maggior numero di bronzi (statuine antropomorfe, animali, navicelle, spade votive, pugnali, panelle ancora da fondere) d'età nuragica, è centrale nella storia degli studi.

Per tutto il mese di novembre (con aperture straordinarie oggi e lunedì 14 novembre) il Museo archeologico nazionale di Cagliari punta i suoi riflettori su questa eccezionale statuetta, parte della collezione dei bronzi che, provenienti dal sito di Teti, furono acquisiti nel 1868.

Per approfondimenti leggi QUI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...