CULTURA

La Maddalena, sulla scena Scola, Rosi
e Accorsi: al via "La valigia dell'attore"

stefano accorsi
Stefano Accorsi

Mix and match di artisti e generi e l'omaggio ai grandi maestri del cinema italiano. La 13° edizione de La valigia dell'attore non si fa mancare nulla. Organizzata dall'associazione Quasar e dedicato alla figura di Gian Maria Volonté, la kermesse cinematografica diretta da Giovanna Gravina Volonté torna da oggi con una sei giorni ricca di eventi: location d'eccezione l'Arena La Conchiglia e la Fortezza I Colmi, che ospiteranno le proiezioni dei film, e gli ex magazzini Ilva, sede degli incontri con gli ospiti del festival coordinati dai critici cinematografici Enrico Magrelli e Boris Sollazzo e dal docente universitario Fabrizio Deriu. Primo piano sui registi Ettore Scola e Francesco Rosi e su Stefano Accorsi, che riceverà venerdì il Premio Gian Maria Volonté 2016. L'attore bolognese racconterà il lato più personale del mestiere della recitazione insieme ad Alessandro Borghi e Roberta Mattei, presenti tutti e tre con due film in cartellone. Intanto, si debutta questa sera (ore 21.30) all'Arena La Conchiglia con "Suburra" di Stefano Sollima, protagonista Borghi, Pierfrancesco Favino e Elio Germano. Domani il festival propone "L'arbitro"di Paolo Zucca con Stefano Accorsi. Mercoledì l'omaggio a Ettore Scola, scomparso a gennaio, con la proiezione dell'ultimo film del regista "Che strano chiamarsi Federico. Scola racconta Fellini". Giovedì La valigia dell'attore sbarca alla Fortezza I Colmi con "L'accabadora": in anteprima internazionale, il film interpretato da Donatella Finocchiaro verrà introdotto dal regista Enrico Pau e dal produttore Francesco Pamphili. Da venerdì (ore 10.30) spazio agli incontri ai magazzini ex Ilva: apre Pau, segue il regista Francesco Piras col documentario "Trenta piedi sotto il mare". Serata Accorsi alla Fortezza I Colmi, a partire dalle 21.30: dopo la proiezione del cortometraggio "Io non ti conosco", di cui è regista e con cui ha vinto il Nastro d'argento 2014 come migliore esordio a Taormina, l'attore bolognese riceverà il Premio Gian Maria Volonté e introdurrà il film "Veloce come il vento" di Matteo Rovere, nel quale recita accanto alla Mattei. Sabato mattina, poi, si racconterà al pubblico. Seguirà l'incontro con Silvia Scola e "Ridendo e scherzando. Ritratto di un regista all'italiana", la videointervista di Pierfrancesco Diliberto ''Pif" a Ettore Scola realizzata dalle figlie Silvia e Paola Scola. In serata Borghi e Mattei presenteranno il film "Non essere cattivo", da loro interpretato con la regia di Claudio Caligari. Ultimo incontro agli ex magazzini Ilva domenica con i due giovani attori e la proiezione dell'intervista "Unico. Francesco Rosi racconta Volonté" del regista Marco Spagnoli e chiusura alla Fortezza I Colmi (ore 21.30) col tributo a Rosi: ospite d'eccezione la figlia Carolina, che introdurrà "Cronaca di una morte annunciata" con Gian Maria Volonté.

© Riproduzione riservata


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...