CULTURA

Premio Cambosu, ecco i finalisti
per le sezioni narrativa e giornalismo

salvatore cambosu
Salvatore Cambosu

Una storia di delitti e due di iniziazione alla vita adulta e ai suoi segreti. Due reportage dedicati alle miniere e uno che racconta una tradizione radicata in un paese dell'Ogliastra. Questa la sintesi degli argomenti trattati nelle opere di narrativa e nelle cronache giornalistiche che la giuria del Premio letterario Salvatore Cambosu, quest'anno alla prima edizione nazionale, ha scelto di candidare alla vittoria, tenendo conto della qualità e dell'efficacia della prosa.

Le due terne di finalisti, una per ciascuna delle sezioni in cui si articola la rassegna, così da riflettere la passione per la scrittura a cui il titolare del premio ha dedicato la sua esistenza, sono state rese note ieri. Bisognerà invece attendere il 7 maggio, giornata nella quale oltre alla cerimonia di premiazione si svolgeranno un convegno e un recital letterario, per conoscere i nomi dei due vincitori.

Narrativa. Finalisti della sezione dedicata agli autori di romanzi o di raccolte di racconti sono Francesco Costa, con "Orrore vesuviano" (Bompiani), Raul Montanari con "Il regno degli amici" (Einaudi) e Bianca Pitzorno con "La vita sessuale dei nostri antenati", edito da Mondadori. La terna è stata scelta dalla giuria presieduta da Angela Guiso (che è anche responsabile del Premio) e composta da Renato Minore e Sergio Pent.

Giornalismo. Per la seconda sezione, riservata a giornalisti professionisti e pubblicisti, la giuria, formata da Maria Paola Masala, Luigi Offeddu e Paolo Piras, ha scelto "Sa Strangìa" di Giacomo Mameli, i reportage "La voce dell'universo dentro la miniera" di Enrico Fresu e "Il futuro sospeso del Sulcis nei segreti della materia oscura" di Pier Giorgio Pinna. I lavori dei professionisti che compongono la terna, così come stabiliva il regolamento del concorso, sono inediti.

Il concorso. Per la prima volta a carattere nazionale, è organizzato dalla Fondazione Salvatore Cambosu, presieduta da Nannino Marteddu, e dal Comune di Orotelli, col patrocinio del presidente del Consiglio regionale e col contributo dell'assessorato regionale della Pubblica istruzione, assegna al vincitore di ciascuna sezione un premio di 2mila e 500 euro. All'esame dei giurati sono state presentate circa 100 opere.

Ospite d'onore. La cerimonia di consegna del premio, che si terrà il 7 maggio al Centro polivalente "Franco Pintus" di Orotelli, paese natale di Salvatore Cambosu (1895-1962), vedrà la partecipazione del musicista Paolo Fresu. Gli sarà conferito il riconoscimento come personalità che si è distinta in campo artistico o letterario.

Il convegno. La giornata dedicata alla premiazione sarà aperta dal convegno (ore 16) sulla figura del titolare della rassegna. Interverranno Duilio Caocci, docente all'Università di Cagliari, Gianni Filippini, direttore editoriale dell'Unione Sarda e Simona De Francisci, vicedirettrice di Videolina. Chiuderà l'appuntamento il recital letterario da opere di Salvatore Cambosu con Giovanni Carroni e musiche di Battista Giordano. Presenterà la serata Roberto Betocchi.

© Riproduzione riservata


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...