CRONACHE DALLA SARDEGNA

25 aprile con tensione a Quartu
per la sfilata dell'estrema destra

In piazza del Carmine sul palco gli studenti delle scuole cagliaritane per una riflessione sulla Resistenza. In serata qualche momento di tensione a Quartu.
studenti sul palco in piazza del carmine (foto da facebook)
Studenti sul palco in piazza del Carmine (foto da Facebook)

Quasi duemila persone al corteo per il 25 aprile a Cagliari. La manifestazione è partita da piazza Garibaldi ed il serpentone, dopo aver attraversato via Sonnino e via Roma è arrivata sino a piazza del Carmine. Deposta al Parco delle rimembranze una corona per ricordare i caduti nella Guerra per la Liberazione dai nazifascisti.

Nel corteo anche il presidente della Regione, Francesco Pigliaru, il sindaco di Cagliari, Massimo Zedda, e vari esponenti della Giunta regionale. In prima fila la "partigiana" (a quei tempi aveva quindici anni) Grazia Tibaldi, torinese: durante la marcia ha raccontato a Zedda le vicissitudini della sua famiglia ai tempi della lotta. Sul palco di piazza del Carmine sono saliti gli studenti delle scuole cagliaritane per alcune riflessioni sui temi dei valori della Resistenza.

MOMENTI DI TENSIONE - Sotto il palco della manifestazione cagliaritana per il 25 aprile si sono vissuti alcuni momenti di tensione. Un militante di un movimento filopalestinese ha cercato di strappare la bandiera biancoceleste di un piccolo gruppo di persone che mostravano il vessillo di Israele. Le discussioni sono continuate per diversi minuti. I militanti filopalestinesi si sono sistemati davanti agli oratori con le bandiere verde rosso nero e bianco. E proprio dal palco è arrivato un invito alla calma e alla pace per ricomporre la diatriba.

QUARTU - Altri momenti di tensione in serata a Quartu, dove è andata in scena una manifestazione organizzata da movimenti di estrema destra. La sfilata è stata contestata da un gruppo di ragazzi: alcuni di loro hanno lanciato palloncini pieni di vernice. La polizia è intervenuta per identificare i responsabili.

© Riproduzione riservata


UOL Unione OnLine







Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...