CRONACHE DALLA SARDEGNA

Arborea: 100 agenti per lo sgombero
Famiglia costretta a lasciare la casa

Momenti di tensione e paura ad Arborea dopo il blitz delle Forze dell'Ordine per lo sgombero di un'azienda. "Vivi da qui non ce ne andiamo", avevano detto ieri i coniugi Spanu alla Questura. La famiglia si era asserragliata in casa, in 3 si erano cosparsi il corpo di benzina. Poco prima delle 13 hanno deciso di uscire di casa.
mobilitazione delle forze dell ordine ad arborea
Mobilitazione delle forze dell'ordine ad Arborea

Sarebbe stata l'opera di convincimento delle forze dell'ordine, ma soprattutto di alcuni familiari a farli desistere nel loro intento. Il capofamiglia Giovanni Spanu, di 76 anni, la moglie, ed un figlio, si erano asserragliati in una stanza della soffitta, decisi a non lasciare l'abitazione e nella tarda mattinata si erano cosparsi di benzina. Nella loro abitazione, ad Arborea, erano entrate con un blitz le forze dell'ordine per lo sgombero forzoso dell'azienda venduta all'asta. Prima delle 13 la decisione della famiglia di uscire di casa.

IL BLITZ - Il blitz era scattato nella tarda mattinata, con un centinaio di uomini in assetto antisommossa impegnati ad attuare lo sfratto forzato della famiglia Spanu, disposto dal Tribunale, dalla casa e dall'azienda vicino alla strada consortile sulla 22 ovest di Arborea.

"Vivi da qui non ce ne andiamo" avevano ribadito marito e moglie, ieri, ai funzionari della Questura, che anche questa mattina avevano tentato di convincerli ad accettare, assieme al resto della famiglia, il trasferimento nei bungalow del villaggio turistico ex Alabirdi, a pochi chilometri di distanza. L'intervento delle forze dell'ordine deve consentire a un imprenditore cagliaritano, che ha acquistato l'azienda all'asta giudiziaria, di prenderne possesso.

© Riproduzione riservata


UOL Unione OnLine







Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...