POLITICA

Cappellacci lascia FI per gruppo Misto
Sardegna zona franca salva dalle firme

Il presidente della Regione, Ugo Cappellacci ha comunicato la adesione al Gruppo Misto per permettere a Sardegna Zona Franca di non raccogliere le firme.
ugo cappellacci
Ugo Cappellacci

Il presidente della Regione Sardegna, Ugo Cappellacci, lascia il Gruppo Forza Italia in Consiglio regionale e aderisce al gruppo Misto con la componente Sardegna Zona Franca lista Maria Rosaria Randaccio. Con questa decisione, che è stata comunicata oggi dalla presidente del Consiglio regionale, Claudia Lombardo, la lista dei movimenti per la zona franca, in vista delle prossime elezioni regionali, non dovrà raccogliere le firme necessarie a supporto della lista.

Infatti secondo la legge statutaria elettorale le liste che possono contare su un rappresentante in Consiglio regionale non hanno bisogno di raccogliere le firme per presentarsi alle elezioni.

CAPPELLACCI - “Pur restando inalterata la mia appartenenza a Forza Italia, partito al quale sono legato fin dall'inizio della mia esperienza politica, ho deciso di formalizzare la mia adesione tecnica al Movimento Sardegna Zona Franca - Lista Maria Rosaria Randaccio”. Lo ha annunciato il presidente della Regione, Ugo Cappellacci. “Una scelta - spiega il presidente - dettata dalla necessità di aprire le porte della Regione ad una rivendicazione nata e cresciuta nelle vie, nelle piazze e nelle case della Sardegna e che deve entrare anche formalmente e fisicamente nelle Istituzioni. Si tratta anche - ha aggiunto il presidente - di un giusto riconoscimento a tutte le donne e gli uomini di buona volontà che hanno sensibilizzato l’opinione pubblica su una proposta fondamentale per la ripresa di un’isola piagata dalla crisi e da decenni di scelte politiche poco lungimiranti. La scelta intende essere un ‘mettermi a disposizione’ come strumento, affinché queste donne e questi uomini abbiano un ponte attraverso il quale tradurre la loro opera in azione politica costante, determinata e nell'interesse della comunità. In altre parole - ha concluso Cappellacci- é il presidente della Regione che si pone al servizio della mobilitazione per la zona franca e non il contrario”


UOL Unione OnLine

PIÙ LETTI
Loading...
Caricamento in corso...