CRONACA ITALIANA

Elena Ceste, la difesa in Cassazione
"Buoninconti deve uscire dal carcere"

I legali del vigile del fuoco accusato dell'omicidio della moglie preparano il ricorso contro la detenzione. "Abbiamo una versione alternativa dei fatti".
michele buoninconti e la moglie elena ceste
Michele Buoninconti e la moglie Elena Ceste

Michele Buoninconti, il vigile del fuoco finito in carcere con l'accusa di aver ucciso la moglie Elena Ceste, pronto a rivolgersi alla Corte di Cassazione per riottenere la libertà. "Stiamo preparando il ricorso alla Suprema Corte contro l'ordinanza del Tribunale del Riesame, per quanto riguarda solo le esigenze cautelari" ha spiegato l'avvocato di Buoninconti, Alberto Masoero. Michele si trova in carcere a Quarto d'Asti da oltre un mese con l'accusa di omicidio e occultamento del cadavere. I suoi legali, intanto, continuano a lavorare per imbastire la difesa. "Circa tre settimane fa abbiamo realizzato un nuovo sopralluogo dove sono stati ritrovati i resti di Elena Ceste - continua Masoero - ed abbiamo simulato, con un manichino, quanto potrebbe essere accaduto quella mattina. Lo abbiamo fatto senza giornalisti e telecamere. Tutto è andato bene e abbiamo ottenuto quanto ci aspettavamo". L'avvocato venerdì tornerà in carcere a Quarto per colloquiare con il suo assistito. "L'ho visto la scorsa settimana e lo trovo sempre uguale", racconta. Buoninconti in carcere ha ricevuto le visite di alcuni amici e dei fratelli, ma non di parenti della moglie.

© Riproduzione riservata


UOL Unione OnLine







Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...