CRONACA ITALIANA

Animalisti contro Roberto Baggio
La battaglia in difesa dei cormorani

L'ex Pallone d'Oro preso di mira perché "cacciatore" da un'associazione animalista di Caldogno, nel Vicentino.
uno dei volantini comparsi a caldogno (foto da il gazzettino)
Uno dei volantini comparsi a Caldogno (foto da Il Gazzettino)

Il centro di Caldogno, paese natale di Roberto Baggio, è stato tappezzato nella notte da locandine e volantini preparati dal gruppo "100% animalisti". Nel mirino dell'associazione c'è l'ex Pallone d'Oro: "Roberto Baggio il tuo passato non cancella l'odore..." si legge sui manifesti. Al centro della polemica c'è la caccia ai cormorani, dopo che la Provincia di Vicenza ha dato il via libera all'abbatimento. "Già lo scorso anno la Provincia - spiega "100% animalisti" - autorizzò una strage di cormorani, sempre con la solita scusa. Tra i presunti cecchini c’era anche Roberto Baggio. Del resto molti italiani non sanno che Baggio è un noto cacciatore, quindi meglio non dirlo troppo in giro, dato che il 90% degli Italiani disprezza profondamente i cacciatori".

Il campione da anni vive ad Altavilla, ma frequenta quasi quotidianamente Caldogno, dove vivono i genitori e i fratelli.

© Riproduzione riservata


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...

}