CRONACA - MONDO

Nessun disgelo tra Washington e Mosca dopo le elezioni di Mid-term

Un componente della commissione Esteri russa ridimensiona il risultato di Trump
i presidenti donald trump e vladimir putin durante il loro incontro di luglio a helsinki (ansa)
I presidenti Donald Trump e Vladimir Putin durante il loro incontro di luglio a Helsinki (Ansa)

"Improbabili cambiamenti nei rapporti tra Stati Uniti e Russia", ha commentato Oleg Morozov, della commissione Esteri del governo russo, dopo i risultati delle elezioni americane di metà mandato, che hanno conservato ai Repubblicani la maggioranza al Senato e consegnato ai Democratici la Camera bassa del Congresso.

Per chi si attendeva un allentamento della tensione tra Washington e Mosca è quindi tutto rimandato, e dalla Russia viene smentita la "rivincita" di Donald Trump sul piano interno.

Una lettura politica ribadita anche dal consigliere per la politica estera del Presidente Putin Sergey Karaganow a Euronews: "Le relazioni tra Russia e Stati Uniti sono piuttosto ostili e non per nostra scelta. Gli Stati Uniti hanno deciso, per motivi interni, di scatenare una guerra fredda a cui si sono uniti gli alleati europei".

C'è poi la questione dell'intromissione russa nella campagna presidenziale di Trump del 2016, che potrebbe tornare d'attualità ora che i Dem americani hanno preso il controllo della Camera bassa.

(Unioneonline/b.m.)

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

PIÙ LETTI
Loading...
Caricamento in corso...