CRONACA SARDEGNA - CAGLIARI

"Troppi migranti in piazza", a Cagliari Zedda disattiva il wi-fi

migranti in piazza del carmine (foto archivio unione sarda)
Migranti in piazza del Carmine (foto Archivio Unione Sarda)

Dalle parole ai fatti: dopo aver annunciato in Aula di eliminare il wi-fi da piazza del Carmine e da piazza Matteotti, il sindaco di Cagliari Massimo Zedda ha effettivamente fatto spegnere la "rete" sfruttata da tanti stranieri che frequentano la piazza a pochi passi dal Comune e dalla stazione.

"Sono iniziative concordate con le forze dell'ordine al tavolo della sicurezza in Prefettura", ha chiarito Zedda.

Soddisfatti i commercianti della zona: "Un primo passo verso la riqualificazione delle due piazze", hanno sottolineato.

Inevitabili i commenti negativi tra i giovani migranti: "Assurdo. Penalizza anche i cagliaritani e i turisti". Il problema era stato sollevato durante l'ultima seduta del consiglio comunale, riservata al question time, con le interrogazioni dei consiglieri Federico Ibba e Pierluigi Mannino.

I due - che si sono detti molto soddisfatti dalla risposta - hanno denunciato recenti episodi di violenza ai danni di commercianti tra via Sassari e piazza del Carmine e di degrado in generale, come il caso del vicolo dietro il Tar che viene utilizzato come toilette da decine di persone.

Tra le varie soluzioni dunque il primo passo è stato spegnere il wi-fi.

Decisione destinata inevitabilmente a far discutere.

Matteo Vercelli

***

DITE LA VOSTRA:

IL CASO IN CONSIGLIO COMUNALE:

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

PIÙ LETTI
Loading...
Caricamento in corso...