CRONACA - MONDO

Pedofilia, risarcimento record dalla diocesi di Brooklyn: 27,5 milioni per quattro vittime

barbara underwood procuratore generale dello stato di new york
Barbara Underwood, procuratore generale dello Stato di New York

Risarcimento record per le vittime di pedofilia a New York.

La diocesi di Brooklyn ha accettato di risarcire quattro ragazzi vittime di abusi sessuali da un insegnante di religione tra il 2003 e il 2009 (quando avevano tra gli 8 e i 12 anni) con una cifra record di 27,5 milioni di dollari.

Si è concluso così l'accordo tra le parti, hanno annunciato i legali delle vittime: la somma, 6,87 milioni per ogni vittima, "è la più alta indennità individuale mai assegnata dalla Chiesa", ha affermato Rubinowitz, uno dei legali.

Il precedente record di indennizzo individuale era di 3,4 milioni ed era stato versato a due vittime di un sacerdote di Long Island.

L'accordo cancella così la denuncia presentata dalle quattro vittime al procuratore generale dello Stato di New York Barbara Underwood.

A compiere gli abusi sarebbe stato il professore Angelo Serrano, che oggi ha 67 anni e nel 2009 è stato arrestato per aver toccato un bambino e che, dopo essersi dichiarato colpevole, è stato condannato a 15 anni di carcere.

"La diocesi ha accettato di pagare solo dopo molto tempo, prima ha cercato di prendere le distanze da Serrano, dicendo che era impiegato nella piccola parrocchia di Santa Lucia ma non era un prete", ha dichiarato lo stesso Rubinowitz. "E invece - ha aggiunto - le testimonianze mostrano come sia stato coinvolto nella parrocchia, e sono schiaccianti. Lì c'era il suo ufficio, aiutava dava una mano alla parrocchia con molte attività, e un prete della chiesa ha ammesso di averlo visto baciare un bambino sulla bocca, senza dare l'allarme".

L'accordo arriva in momento nel quale diversi Stati Usa stanno cercando di far luce sugli abusi sessuali e su quel che fanno le gerarchie cattoliche per coprirli, scossi dallo scandalo che coinvolge oltre 300 preti della Pennsylvania.

(Unioneonline/L)

© Riproduzione riservata


UOL Unione OnLine

COMMENTI

Sottoscrivi l'unione sarda
abbonati a L'Unione Sarda'
PIÙ LETTI
Loading...
Caricamento in corso...