CRONACA

Vendevano scheletri e ossa umane in Rete, tre denunciati

il materiale sequestrato dai carabinieri
Il materiale sequestrato dai carabinieri

Tre persone sono state denunciate dai carabinieri di Milano per traffico illegale di resti umani.

Si tratta di un ingegnere, un commercialista e un tecnico informatico, tutti 40enni senza precedenti e residenti nel Nord Italia (uno in Lombardia, gli altri due in Piemonte), che acquistavano online resti umani dissotterrati in Repubblica Ceca, come teschi, ossa o scheletri completi, per poi rivenderli a prezzi maggiorati sempre in Rete su alcuni siti di annunci.

Un teschio umano in buono stato, ad esempio, poteva essere comprato a 100 euro e poi rimesso sul mercato all'estero a 600 euro.

L'indagine è partita alla fine dello scorso agosto, quando al centro di smistamento di Ups a Milano è stato individuato grazie a una macchina a raggi X un teschio all'interno di un pacco diretto a San Francisco.

Il giorno successivo, nello stesso centro, due teschi sono strati trovati all'interno di un altro scatolone.

I mittenti sono stati individuati e denunciati per detenzione non autorizzata di resti umani.

Durante la perquisizione nelle abitazioni dei tre uomini sono stati trovati altri resti, fra cui una decina di teschi, due scheletri completi e le ossa di diversi arti.

(Unioneonline/F)

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine







PIÙ LETTI
Loading...
Caricamento in corso...