CRONACA

Terremoto in centro Italia, il ricordo delle vittime a due anni dal sisma

A due anni esatti dal sisma che ha devastato il centro Italia, è il momento della commemorazione delle trecento vittime.

La prima scossa, di magnitudo 6, che ha devastato interi paesi - tra cui Amatrice, Accumuli e Arquata del Tronto - è stata registrata alle 3.36 del 24 agosto 2016 e coinvolto i centri di quattro diverse regioni: Marche, Lazio, Umbria e Abruzzo.

Nella notte il presidente del Consiglio Giuseppe Conte ha partecipato alla celebrazione organizzata a Pescara del Tronto, che si è tenuta nella notte.

Il premier ha preso parte a una fiaccolata, insieme al vescovo, monsignor Giovanni D'Ercole, che ha presieduto la messa.

Ad Amatrice, una veglia di preghiera e una fiaccolata si sono svolte intorno al Comune e al Parco Don Minozzi.

Presente anche il vicepremier Luigi Di Maio.

Oggi in occasione della giornata di lutto e ricordo sono previste numerose iniziative nei vari centri colpiti dal terremoto.

Ad Amatrice, al parcheggio dell'ex scuola alberghiera, si è tenuta una messa solenne, celebrata da monsignor Domenico Pompili.

Le macerie ad Amatrice
Le macerie ad Amatrice

LA RICOSTRUZIONE - A 730 giorni dalla prima scossa, la rinascita dell'area colpita sembra procedere a rilento.

Secondo le cifre dal commissario per la ricostruzione Paola De Micheli, lo Stato ha investito 252,3 milioni di euro per la ricostruzione, da aggiungere alla somma stanziata per la prima emergenza.

Negli scorsi mesi, è stata riaperto ad Amatrice corso Umberto I, divenuto simbolo della rinascita del paese dopo il terremoto.

(Unioneonline/F)

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine







PIÙ LETTI
Loading...
Caricamento in corso...