CRONACA

La famiglia Renzi coinvolta nell'inchiesta sui fondi per i bambini africani

l ex premier matteo renzi (foto ansa)
L'ex Premier Matteo Renzi. (Foto Ansa)

Sei milioni e mezzo di dollari destinati ad aiutare i bambini africani ed erogati dall'Unicef, dalla Fondazione Pulitzer, dal fondo per l'infanzia delle Nazioni Unite e da altre associazioni umanitarie a Play Therapy Africa, sarebbero stati dirottati su fondi personali del promotore dell'organizzazione no profit Alessandro Conticini, ex responsabile Unicef in Etiopia.

A occuparsi della vicenda è la Procura di Firenze, che nei giorni scorsi ha presentato una rogatoria internazionale allo scopo di informare formalmente gli enti erogatori dei fondi - parte lesa della vicenda che hanno già messo a disposizione i propri bilanci - che l'inchiesta per appropriazione indebita potrà procedere solo se presenteranno una querela, come prevede la normativa introdotta di recente che ha eliminato la procedibilità d'ufficio per tali reati.

Alessandro e Luca Conticini sono accusati di aver investito l'ingente somma in operazioni immobiliari all'estero, mentre al terzo fratello Andrea - cognato dell'ex Premier Matteo Renzi - si imputa di aver utilizzato circa 250mila euro per acquisire quote di società che appartengono alla famiglia Renzi. "I soldi sono andati esattamente alle destinazioni stabilite dai contratti" ha replicato il legale della famiglia Conticini, mentre Matteo Renzi ha fatto sapere di voler "procedere in sede civile e penale contro chiunque accosti il suo nome alla vicenda giudiziaria".

(Unioneonline/b.m.)

© Riproduzione riservata


UOL Unione OnLine

COMMENTI

Sottoscrivi l'unione sarda
abbonati a L'Unione Sarda'
PIÙ LETTI
Loading...
Caricamento in corso...