CRONACA

Braccato nell'area protetta dell'Asinara: sulla barca 50 chili di pescato

l operazione di sequestro
L'operazione di sequestro

Beccato in flagrante mentre mollava le reti con disinvoltura in zona A, in località Punta La Cornetta nell'Area marina protetta dell'isola dell'Asinara.

Un pescatore professionista di Porto Torres pescava in una zona di riserva integrale e sulla barca aveva già otto esemplari di aragoste e 50 chili pesce pregiato.

L'attività di controllo della Guardia Costiera di Porto Torres ha permesso di interrompere un'ingente attività di pesca di frodo, iniziata intorno alle ore 23 di ieri, quando durante il pattugliamento nell'Area marina protetta dell'Asinara, gli uomini della Capitaneria hanno intercettato una motopesca con a bordo un pescatore intento a gettare in acqua 1200 metri di rete tipo tramariglio.

L'operazione ha portato alla denuncia a piede libero del pescatore professionale e al sequestro delle reti, dell'attrezzatura e di tutto il pescato.

"In zone di così elevato pregio - afferma il comandante della Capitaneria, Emilio Del Santo - la pesca di frodo costituisce un danno considerevole, dove al fine di tutelare l'ambiente marino e l'ecosistema è vietato qualsiasi tipo di attività diportistica, natatoria, subacquea e pesca".

© Riproduzione riservata


UOL Unione OnLine

COMMENTI

Sottoscrivi l'unione sarda
abbonati a L'Unione Sarda'
PIÙ LETTI
Loading...
Caricamento in corso...