CRONACA - ITALIA

Spara a un migrante: "Volevo colpire un piccione". Un altro ferito a Caserta

il fatto accaduto in provincia di vicenza
Il fatto è accaduto in provincia di Vicenza

Un operaio che stava lavorando su una pedana mobile a sette metri di altezza a Cassola

(in provincia di Vicenza) è stato ferito ieri pomeriggio da un piombino alla schiena.

A sparare, con un fucile ad aria compressa, secondo le indagini dei carabinieri, un 40enne che abita in un condominio vicino al luogo del ferimento.

L'uomo, che ha motivato il suo gesto affermando di voler colpire un piccione, è stato così denunciato a piede libero dai carabinieri di Bassano per esplosioni pericolose e lesioni aggravate.

Il fatto è accaduto nel centro del paese vicentino: l'operaio, 33 anni, originario di Capo Verde, dipendente di una ditta di impianti elettrici con sede a Vicenza, si trovava su una pedana mobile, sospeso a circa 7 metri d'altezza, impegnato a collegare le luminarie davanti al municipio, quando è stato colpito da un'arma da fuoco.

Ferito e dolorante, è stato immediatamente soccorso e trasportato all'ospedale locale per gli accertamenti e le cure e dimesso con una diagnosi di 7 giorni.

Sul posto sono intervenuti i militari che dopo una ricostruzione della vicenda hanno concentrato le loro attenzioni su un altro condominio poco distante.

Nell'ispezione dello stabile i carabinieri hanno rinvenuto su un terrazzo condominiale alcuni pallini di piombo per un arma ad aria compressa.

Durante la perquisizione di un appartamento di un 40enne, hanno sequestrato una carabina

calibro 4,5 mm utilizzata appunto per ferire l'operaio.

A quel punto è scattata la denuncia del feritore.

A CASERTA - Un caso simile si è verificato nel Casertano, dove un migrante originario della Guinea, di 19 anni, ha denunciato oggi ai carabinieri di San Cipriano d'Aversa di essere stato ferito al volto da un piombino.

Il ragazzo ha riportato una ferita al labbro giudicata guaribile in un giorno.

Ai militari ha raccontato che, ieri, stava rientrando al centro di accoglienza dove risiede, quando ha sentito prima il rumore di un ciclomotore e poi uno scoppio. Un attimo dopo è stato colpito da quello che ha descritto come "un piccolo piombino".

(Unioneonline/M-D)

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

PIÙ LETTI
Loading...
Caricamento in corso...