CRONACA - ITALIA

"Vicino all'Isis": rimpatriato tunisino che vendeva abiti contraffatti

Gli agenti della Digos di Napoli hanno rintracciato nella città partenopea Rafii Ben Salah, 31enne tunisino, e hanno dato applicazione a un decreto di allontanamento emesso dal ministro dell'Interno per motivi di sicurezza.

Il provvedimento è stato adottato perché Ben Salah, che in più di un'occasione ha manifestato segnali di radicalismo, manteneva contatti attraverso i social network con elementi vicini all'estremismo islamico, miliziani dell'Isis compresi.

Un suo fratello, Abu Yaya, è morto combattendo in Siria nel 2014 tra le file dello Stato Islamico.

L'uomo era pregiudicato perché diverse volte è stato sorpreso a vendere capi d'abbigliamento con marchi contraffatti.

Attraverso l'analisi dei suoi profili social e le attività investigative della Digos sono emersi elementi tali da farlo ritenere una minaccia per la sicurezza dello Stato.

Il 31enne è stato accompagnato all'aeroporto di Napoli-Capodichino, da dove è stato rimpatriato con un volo diretto a Tunisi.

(Unioneonline/L)

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

PIÙ LETTI
Loading...
Caricamento in corso...