CRONACA

"No all'abbattimento di lupi e orsi", il ministro Costa impugna la legge trentina

il ministro dell ambiente sergio costa
Il ministro dell'Ambiente Sergio Costa

In un'intervista al "Corriere della Sera" il ministro dell'Ambiente Sergio Costa ha dichiarato di voler chiedere l'impugnazione del disegno di legge, approvato giovedì dal Consiglio provinciale di Trento e avanzato dalla Giunta regionale

Il ddl prevede prevede la gestione autonoma da parte della Provincia di orsi e lupi presenti sul territorio trentino. la cattura e consente l'eventuale abbattimento di esemplari considerati rischiosi per l'uomo e per il sistema alpicolturale montano.

Secondo l'esponente del governo Conte, il provvedimento violerebbe "un principio costituzionale".

Per evitare l'impugnazione, Costa chiede "ai due presidenti delle province di autonome di Trento e Bolzano se possono pensare di fare altrimenti", ovvero di ritirare le leggi.

Per il ministro la condotta da tenere in questi casi dovrebbe rispettare il "piano lupo" elaborato dall'Ispra, che prevede 22 azioni per evitare l'uccisione di questi animali.

Costa si è poi scagliato contro il fenomeno del bracconaggio: "Alcuni commettono dei reati orribili contro gli animali. Come andare a caccia durante i periodi dell'accoppiamento. O andare a caccia dei piccoli con le mamme. Veri crimini".

Per questi reati Costa sta pensando di inasprire le pene, punendo queste condotte anche con la reclusione.

(Unioneonline/F)

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine







PIÙ LETTI
Loading...
Caricamento in corso...