CRONACA - ITALIA

Distruggevano cadaveri per vendere i loculi, scoperto il "cimitero degli orrori"

i malviventi in azione
I malviventi in azione

Nell'ambito dell'operazione "Cimitero degli Orrori", i carabinieri di Monreale (Palermo) hanno arrestato quattro persone e sottoposto una quinta alla misura cautelare coercitiva del divieto di dimora nel comune perché accusate di far parte di un’associazione a delinquere che commetteva reati nel cimitero di San Martino delle Scale del Palermitano.

A finire in manette sono stati Giovanni Messina, 70 anni, Salvatore Messina, 38 anni, Salvatore Messina, 24 anni, Antonino Campanella, 33 anni, mentre il divieto di dimora a Monreale e l'obbligo di firma è stato imposto a Erminia Morbini, 74 anni

Secondo quanto emerso dalle indagini, i quattro arrestati vendevano abusivamente loculi e tombe.

Per farlo usavano contratti di acquisto illeciti, falsificando atti pubblici e truffando i parenti degli estinti.

Inoltre sposavano cadaveri dalle loro sedi per rivenderle oppure ampliavano la capienza di tombe e sepolcri attraverso costruzioni abusive per fare spazio a nuove salme.

Per svolgere quest'attività distruggevano e occultavano cadaveri, spesso agendo in modo indisturbato grazie alla disattivazione del servizio di video-sorveglianza installato dal parroco.

(Unioneonline/F)

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

PIÙ LETTI
Loading...
Caricamento in corso...