CRONACA - MONDO

Iran, schiaffeggiata dalla "polizia morale" perché il velo non le copre il capo

Aggredita in strada perché indossa il velo in modo "non appropriato".

Succede in Iran, a una ragazza sui vent'anni, presa di mira dalla "polizia morale" - un organo di polizia che vigila sul rispetto delle norme sull’abbigliamento - e protagonista, suo malgrado, di un video rilanciato sul Guardian e diventato virale.

La giovane, nelle immagini, porta un velo rosso che le copre solo parzialmente il capo: le agenti la afferrano e la schiaffeggiano, fino a gettarla a terra, nonostante i suoi "Lasciatemi andare, lasciatemi andare".

La clip, da oltre 2 milioni di visualizzazioni, sarebbe stata ripresa a Teheran: a pubblicarla per prima, su Instagram, Masih Alinejad, attivista e giornalista iraniana che vive negli Usa e ha promosso la campagna social "Mercoledì bianco" contro l'hijab obbligatorio: "Ci chiediamo come nel 21esimo secolo qualcuno possa ancora essere picchiato a causa dei suoi capelli", ha commentato Alinejad.

Sul caso è intervenuto il ministro dell'Interno, Abdolreza Rahmani-Fazil, che ha ordinato un'inchiesta parlando di "un comportamento inusuale della polizia morale", alludendo al fatto che la vittima potrebbe aver provocato verbalmente le guardie.

Anche la vice presidente iraniana, Masoumeh Ebtekar, ha criticato il "trattamento" riservato alla ragazza, twittando: "Come si può giustificare? Anche se fossero stati insultati, i poliziotti avrebbero dovuto reagire in questo modo? - ha proseguito -. Condanno categoricamente questo comportamento e mi occuperò della questione. È un trattamento duro e anti-religioso che nessun essere umano merita".

(Unioneonline/D)

IL VIDEO:

© Riproduzione riservata


UOL Unione OnLine

COMMENTI

Sottoscrivi l'unione sarda
abbonati a L'Unione Sarda'
PIÙ LETTI
Loading...
Caricamento in corso...